Menarca «Prognosi» (2015)

Menarca «Prognosi» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
19.06.2015

 

Visualizzazioni:
918

 

Band:
Menarca
[MetalWave] Invia una email a Menarca [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Menarca [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Menarca [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Menarca

 

Titolo:
Prognosi

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Stefano Retolatto :: vox, bass;
- Alfredo Tranchedone :: guitar;
- Gianluca Palumbo :: guitar;
- Luigi Pio D'Errico :: drums;

 

Genere:
Brutal Death Metal

 

Durata:
18' 32"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2015

 

Etichetta:
69Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di 69Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I casertani Menarca presentano questo loro Ep dal titolo “Prognosi” con un concentrato di brutal death metal che a tratti ci ricorda per le andature adottate gli Hate Eternal; effettivamente il sound proposto, al di là della brutalità manifestata, quasi eccentrico maniacale, si propone in maniera nitida e chiara tanto da lasciare spazio a tutte le dinamiche esecutive delle tracks realizzate, lead solo inclusi, eseguiti prevalentemente con fantasiosi tratti armonici e non atonali. Non appare sussistere molta fantasia nella denominazione dei cinque brani tutti intitolati allo stesso modo ma distinti l’uno con l’altro da numerazione romana. Si parte con “Prognosi I” con un riff colmo di odio subito elevato dall’infuriata doppia cassa a martello e dall’ottimo growl canoro. “Prognosi II” dall’inizio sparato a cannone tra riff brutali accompagnati dall’ urlo di inizio al limite tra l’umano e l’animalesco; il brano si caratterizza per la variabilità ritmica ottimamente congeniata e per l’ottima esecuzione del lead guitar; “Prognosi III” altra martellante track variabile e mai costante nella ritmiche; buona l’esecuzione canora in “Prognosi IV” alternata tra un growl aggressivo proposto a tratti con la classica e putrida modalità in grugnito animalesco; “Prognosi V” ricorda nel cantato il grande Lee Dorrian in Scum, andatura avvincente, riff scanditi con motivi quasi armonici e batteria al limite delle possibilità umane. Un Ep ben fatto, costanti variabili ritmiche dei brani che appaiono ottimamente congeniati anche dall’inserimento di lead guitar virtuosi. La piattezza fortunatamente non è di casa per questo gruppo; se vi appassiona il brutal death metal alla Hate Eternal e dintorni accomodatevi, qui c’è un buon Ep che vi aspetta.

Track by Track
  1. Prognosi I 75
  2. Prognosi II 80
  3. Prognosi III 80
  4. Prognosi IV 80
  5. Prognosi V 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
76

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 19.06.2015. Articolo letto 918 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.