Let Them Fall «Of Kings & Heroes» (2015)

Let Them Fall «Of Kings & Heroes» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
15.05.2015

 

Visualizzazioni:
1287

 

Band:
Let Them Fall
[MetalWave] Invia una email a Let Them Fall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Let Them Fall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Let Them Fall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di Let Them Fall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Let Them Fall [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Let Them Fall

 

Titolo:
Of Kings & Heroes

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Rita D'aniello :: Lead Vocals
Gabriele Catoni :: Guitar,Vocals
Luigi Marchio :: Guitar
Marco Manus :: Drums
MarioSOS Spatuzzi :: Bass

 

Genere:
Metalcore

 

Durata:
19' 2"

 

Formato:
Mini-CD

 

Data di Uscita:
17.04.2015

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Tutto sommato, questo secondo EP dei Grossetani metalcorers “Of Heroes and kings” è nella media.
Ciò che troverete in questi 19 minuti, infatti, non è per niente qualcosa di brutto, anzi sentirete una ingegnosa struttura nella prima “Dreamer”, che rende certi passaggi davvero intensi, e sentirete un buon brano struggente e appassionante nella seconda “Storyteller”, che sono anche le due canzoni più riuscite dell’album, proponenti un metalcore che, a scanso di equivoci, è molto più “core” che metal, più che altro amabile dagli appassionati di certo post hardcore o del metal più moderno, cosa che sentirete nella eloquente “Royal”, e solo “Honour/Guide” riesce a mostrare un lato più metal, anche se la parte solo con le voci verso la fine mi pare un bel po’ pacchiana. Però, tutto sommato, è nella media anzitutto per la realizzazione tecnica, nel senso che certe trovate, tipo i violini nei ritornelli, sono qualcosa tipicamente da ritocco al pro tools in studio, che sottolineano solo la melodia di una canzone come la quinta già molto morbida, e che solo una qualità sonora decisamente tagliente riesce a far sembrare più cattiva. Altrove, inoltre, si trovano idee dozzinali, come il blastbeat breve e insignificante del secondo brano, e arrangiamenti non sempre del tutto riusciti, come la parte con le voci intorno all’ultimo minuto della quarta canzone.
Insomma: in questo EP la produzione e la qualità sonora non nascondono un gruppo stupido, ma enfatizzano a morte un gruppo che può fare di meglio, ma che come personalità non trovo chissà a che livelli.

Track by Track
  1. Dreamer 70
  2. Storyteller 70
  3. Royal 65
  4. Honour/Guide 60
  5. Shape of glory 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
65

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 15.05.2015. Articolo letto 1287 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.