Vanessa Van Basten «Ruins: Sketches and Demos» (2014)

Vanessa Van Basten «Ruins: Sketches And Demos» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
25.04.2015

 

Visualizzazioni:
1033

 

Band:
Vanessa Van Basten
[MetalWave] Invia una email a Vanessa Van Basten [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Vanessa Van Basten

 

Titolo:
Ruins: Sketches and Demos

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Morgan Bellini :: All Istruments, Vocals;
- Stefano Parodi :: Bass and Drones;
- Roberto Della Rocca :: Drums;

 

Genere:
Postrock / Atmospheric Sludge

 

Durata:
45' 3"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2014

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Metaversus - Press & Promo
[MetalWave] Invia una email a Metaversus - Press & Promo [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Metaversus - Press & Promo

 

Recensione

“Ruins Sketches and Demos” è una raccolta di questa band italiana dal tratto mistico e sorprendente chiamati Vanessa Van Basten, già precedentemente da me recensita nell’Ep “Disintegration”, dove questa volta viene proposta una raccolta comprensiva di live, demo, sperimentazioni digitali mai precedentemente incise e pubblicate dall’inizio dell’attività della band offrendo, praticamente, un lavoro misto tra trip hop con elementi doom metal oscuri dal tratto sorprendente e interessante grazie ancora una volta all’indiscusso maestro Morgan Bellini; già, il termine maestro ad alcuni potrebbe sembrare assolutamente eccessivo, magari esagerato o addirittura fuori luogo speso per un personaggio che molti magari non hanno mai sentito neanche nominare ma che in realtà, per chi ha avuto modo di ascoltare almeno una volta un suo brano da cui emerge ineludibilmente il suo brillante genio, avrà occasione di comprendere la sua indiscussa capacità. E’ ovvio che anche gli altri due artisti che lo assistono non sono da meno; in ogni caso, la loro ispirazione è diretta esclusivamente all’esplorazione di quel mondo sonoro e musicale o di quelle porzioni musicali mancanti che può non essere osservata o stata osservata da altri artisti quali The Cure o ancora The Glove, Dead Can Dance, Sister of Mercy, The Chamaleons Uk e molti altri. In quest’album che, secondo indiscrezioni rilasciate in una non troppo remota intervista, Morgan annunciava che si sarebbe trattato molto probabilmente dell’ultimo full lenght sotto il nome di Vanessa Van Basten, ci troviamo di fronte ad vero e proprio viaggio in un mondo inesplorato, ricco di fantasiose immagini, percorsi suggestivi e immaginari che l’ascoltatore può varcare tramite il proprio stato mentale. Spendo due parole per l’ultima song, una cover dei Dead Can Dance dal titolo “Advet” da cui emerge oltre ad una perfetta esecuzione, anche l’immissione all’interno del brano di quel senso e personalizzazione musicale caratterizzata dall’inserimento di un sound assolutamente unico e avvincente. Procedere ad illustrare la carrellata dei restanti dodici brani appare a parere di chi scrive riduttivo ed egoistico proprio in considerazione del fatto che l’emozione che questa strepitosa raccolta trasmette va interpretata soggettivamente, senza alcuna forma di induzione. Sappiate comunque che i Vanessa oltre a regalarci strepitose atmosfere sono in grado, come sempre, di emozionare a trecentosessanta gradi.

Track by Track
  1. Godfather (Home demo 2007) 80
  2. All Cats are Graves (Home demo 2011) 70
  3. China 2999 (Home demo 2006) 85
  4. Odyssey Song (demo version 2013) 80
  5. Lapsteel Intro (Live excerpt 2010) 80
  6. Arbeit (collaboration demo 2010) 75
  7. Sketch 07 (Outtake 2010) 75
  8. Eldorado (Outtake 2010) 80
  9. Wien /Cholinergic Part II (Drone + Outtake 2010) 75
  10. L'uomo che Comprava il Tempo (Demo versione) 75
  11. 27 Bricks of Our Future 85
  12. Epic Victor (Home demo 2007) 80
  13. Advent (Dead Can Dance Cover 2013) 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
78

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 25.04.2015. Articolo letto 1033 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.