Story of Jade «Loony Bin» (2015)

Story Of Jade «Loony Bin» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Wolverine »

 

Recensione Pubblicata il:
11.04.2015

 

Visualizzazioni:
1023

 

Band:
Story of Jade
[MetalWave] Invia una email a Story of Jade [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Story of Jade [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Story of Jade [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Story of Jade [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Story of Jade

 

Titolo:
Loony Bin

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
- Yndy T.Witch :: Drums
- A.G. :: Guitars & Keyboards
- Vrolok Lavey :: Bass
- Bapho Matt :: Vocals

 

Genere:
Heavy Horror Metal

 

Durata:
47' 2"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.01.2015

 

Etichetta:
Black Tears
[MetalWave] Invia una email a Black Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Black Tears [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Black Tears

 

Distribuzione:
Masterpiece Distribution
[MetalWave] Invia una email a Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Masterpiece Distribution

 

Agenzia di Promozione:
Mazzarella Press Office
[MetalWave] Invia una email a Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mazzarella Press Office [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Mazzarella Press Office

 

Recensione

Questa particolare branca del Metal, definita Metal Horror, dove sostanzialmente vengono suonati brani musicali in chiave hard rock/thrash horror decorati con l’inserimento della tastiera come a voler far da sfondo a colonne sonore tipo film horror, viene interpretata di toscani Story of Jade con questo terzo capitolo dal titolo “Loony Bin”, derivante dalla ormai lunga esperienza musicale di questo gruppo, in maniera perfettamente confacente. Il gruppo con alle spalle un Ep nel 2006 e un primo cd nel 2011, propone un full lenght, contenente undici brani intro inclusa, suonati con assoluta maestria, tanto da voler quasi proiettare l’ascoltatore sulle scene movie horror, inclusi anche gli splatter, che ricordano particolarmente alcune ambientazioni hollywoodiane dei film anni ’80 e ’90. Al di là del genere che è molto movimentato e non rallenta quasi mai, prende soprattutto il sopravvento la capacità dei musicisti che, sia nell’elaborazione dei pesanti riff che dei relativi guitar solo uniti anche alla fantasia horror delle tastiere perfettamente inserita nel contesto Heavy Metal, lasciano sempre un qualcosa che ha veramente carattere ed è in grado di catapultare l’ascoltatore nei contesti predetti. Anche la parte cantata è assolutamente sorprendente; è in costante sintonia con ogni brano grazie alla maestosa capacità del vocalist di adattarsi alle varie tempistiche del gruppo usando growl, alti, bassi, insomma, ha tutte le carte in regola. Quanto all’esame dei brani, tutti perfettamente riusciti, va segnalata la presenza di alcune special guest nostrane ed internazionali tra cui “Gerre” Geremia dei Tankard su “Blood Hangover”, brano caratterizzato dall’intro quasi tenero che poi prende il via come un carro armato che annienta ogni cosa; lo strepitoso Antonio Aiazzi, tastierista dei Litfiba, che con il suo tocco magico arricchisce il brano “Psychosis in a Box”, mentre la splendida Steva dei Deathless Legacy si impone sul brano “Symphonies From The Grave”. Dunque un cocktail micidiale di elementi che racchiudono sound, carattere, stile e perfezione che inevitabilmente finiscono per arricchire l’ascoltatore di questo genere musicale che di solito è forse un po’ troppo snobbato e che al contrario, invece, come nel caso di questo “Loony Bin” creato dagli “Story of Jade”, si amalgama alla perfezione lasciando un segno indelebile, tipico di un vero film horror.

Track by Track
  1. Corridor 50
  2. Loony Bin 75
  3. The Book of Lies 75
  4. Sick Collector 70
  5. Psychosis in a box 75
  6. Symphonies From the Grave 80
  7. Lobotomy 65
  8. Merculah 75
  9. Room 501 75
  10. Blood Hangover 75
  11. Horror Me(N)tal Disorder 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Wolverine » pubblicata il 11.04.2015. Articolo letto 1023 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.