Lupercalia «Complete Darkness» (2015)

Lupercalia «Complete Darkness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
28.03.2015

 

Visualizzazioni:
1099

 

Band:
Lupercalia

 

Titolo:
Complete Darkness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Gianluca Molè :: All

 

Genere:
Black Metal

 

Durata:
44' 40"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
25.02.2015

 

Etichetta:
CMI Productions
[MetalWave] Invia una email a CMI Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di CMI Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di CMI Productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Interessante operazione di probabile come back per Lupercalia, una band Black Metal da Catanzaro durata dal ’97 al ’99, che in questa release prova a riaffacciarsi sul mercato riproponendo tutta la propria discografia in un sol disco, con le prime quattro tracce che sono il demo “Per amica silentia lunae” del 1997, la quinta traccia che è un brano del 1998 non pubblicato, dalla sesta alla decima che fan parte dell’EP “The moaning age”, e l’ultima canzone, “The wrath” che è un brano contemporaneo, con cui i Lupercalia di Gianluca Molè si reimmettono sul mercato.
Delle opere suddette, il demo del 1997 e l’ultimo brano sono le opere migliori di sempre, con il demo a mostrare un’opera tanto minimalista quanto onesta e pertanto genuina, anche se non storica, mentre l’ultimo brano è un brano alla Belphegor, potente e rabbioso ma forse migliorabile. Niente di che invece è il resto: liquido la canzone “Soulless Pray” del 1998 come un brano forse scartato in quanto anche carino ma diverso dai Lupercalia e neanche tanto black metal, soprattutto nella seconda parte, mentre il mini “The moaning age” non è malaccio ma non è niente di che, con un intro (“Flora magicka”), un brano del tutto gothic discreto come “Asleep inside the mist”, una title track tutta entusiasmo e poca sostanza, una “Shadowsfest” poco interessante e una decima traccia illeggibile e non molto significativa. Niente che valga la pena di tramandare se non per dire che negli anni 90 tra le altre cose c’era anche questo.
Insomma: un’opera onesta. Magari non portatrice di chissà quale rivelazione storica nascosta nell’undeground, ma onesta e fatta per il puro desiderio di condividere la propria musica per pura passione. Vediamo se e come questi Lupercalia evolveranno in futuro.

Track by Track
  1. At night with wolves 70
  2. Crypto Magick 70
  3. Proxima centauri 75
  4. Eliogabalo - Outro S.V.
  5. Soulless pray 60
  6. Flora magicka - Intro S.V.
  7. Asleep inside the mist 60
  8. The moaning age 65
  9. Shadowsfest 65
  10. Club des haschischins - Outro S.V.
  11. The wrath 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 28.03.2015. Articolo letto 1099 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.