Orgiastic Pleasures «Manifesto Barbarico» (2014)

Orgiastic Pleasures «Manifesto Barbarico» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
01.03.2015

 

Visualizzazioni:
1012

 

Band:
Orgiastic Pleasures
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Orgiastic Pleasures [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Orgiastic Pleasures

 

Titolo:
Manifesto Barbarico

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Ripping Blade :: Drums
Necrotyrant Jotun :: Guitars, Vocals, Keyboards
General Sadik :: Bass

 

Genere:
Black / Death Metal

 

Durata:
42' 20"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2014

 

Etichetta:
Nightbreaker Productions
[MetalWave] Invia una email a Nightbreaker Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nightbreaker Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Nightbreaker Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Nightbreaker Productions

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Una piccolo bomba. Questo è il primo album degli Orgiastic Pleasures, band non al debutto e formata da membri di comprovata esperienza vista la militanza in numerosissime altre bands dei membri, che condensa in 12 tracce per 42 minuti e mezzo di musica, un metal molto più death che black, massiccio eppure non particolarmente intricato, che rimpiazza i tecnicismi delle bands death metal con un istinto old school che non lascia scampo, paragonabile addirittura ai primissimi Tiamat in tracce perlopiù corte e sparate, dritte al punto come si conviene al death metal più old school, ma senza disdegnare una certa atmosfera con riffs leggermente più tristi, dal mood cupo, desolante, come una pausa spettrale tra un massacro e l’altro, che eccelle nella appunto barbarica Title track, e che continua a menare sodo nella grezza “Beyond the Black Dawn”, conclusa da un interessantissimo soundscape apocalittico finale.
Certo, se vi aspettate brutalità alla Rebaelliun o Diabolic, qui non la troverete: qui andate sull’impatto della musica old school e sulla sua sfacciataggine, e non su di una violentissima brutalità, ma non credo sia questo l’obiettivo di questo trio indemoniale da Torino. Poco da dire: disco consigliato per gli amanti del death metal old school made in Italy. Ben fatto.

Track by Track
  1. La Terra Vi Sia Greve 70
  2. Wargiastic Deathstorm 75
  3. Vomit on the Crucifix 75
  4. Madre Rabbia 70
  5. Sottomissione 75
  6. ...And the Gates of Hell Opened 75
  7. Traditori al Rogo 75
  8. Weltschlacht / Beyond the Black Dawn 70
  9. Manifesto Barbarico 80
  10. Intro / L'Infame Stirpe 70
  11. Warhammer of Supremacy 70
  12. Blessed in Necromancy 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 01.03.2015. Articolo letto 1012 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.