Carillon «Il Grande Brivido» (2014)

Carillon ĢIl Grande Brividoģ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
05.02.2015

 

Visualizzazioni:
1034

 

Band:
Carillon
[MetalWave] Invia una email a Carillon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Carillon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Carillon

 

Titolo:
Il Grande Brivido

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Patty Simone :: Vocals
Davide Zampieri :: Guitar
Luigi De Stefano :: Guitar
Loris Rigoni :: Drums
Lorenzo Boscolo :: Live Bass

 

Genere:
Rock

 

Durata:
32' 5"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2014

 

Etichetta:
Andromeda Relix
[MetalWave] Invia una email a Andromeda Relix [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Andromeda Relix [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Andromeda Relix [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Andromeda Relix

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
GDC Rock Promotion
[MetalWave] Invia una email a GDC Rock Promotion

 

Recensione

Nonostante tutto, il cd di debutto sotto Andromeda Relix dei veronesi Carillon lascia indifferenti.
Siamo di fronte ad un album composto e arrangiato in maniera molto onesta, che colpisce per la sua genuinità sin dalla opener “Il sogno”, brano fresco, mosso e fuggente, ma anche nella buona “Il tempo all’infinito” rockeggiante e con un ritornello ficcante e profondo, e volendo anche la terza canzone, “Io non dimentico”, si fa notare per un buon gusto dei testi sia in metrica che come argomento, e per un buon tiro, nonché per una bella voce femminile alta, delicata e molto pulita.
Il fatto è che sono passati neanche 11 minuti e di fatto da qui in poi “Il grande brivido” finisce: delle restanti canzoni la quarta è una ballad discreta, la quinta plagia “Sweet home alabama” e per qualche strano motivo non ha gli strumenti ritmici così come la canzone conclusiva (che peraltro finisce talmente troncata che a me sembra incompleta), mentre la sesta e la settima canzone sono solo una ripetizione meno a fuoco e più annacquata dei brani in apertura. “Il grande brivido” dunque va scemando ben presto e le sue armi si rivelano tutt’altro che appuntite: la voce è buona ma anche, direi, troppo dolce e non varia mai come tonalità insistendo troppo su note alte che alla fine annoiano, e non aiuta una qualità sonora che sembra fatta per esaltare solo la voce della cantante e nient’altro, con le chitarre fin troppo basse e una batteria che se anche fa qualcosa in più del minimo indispensabile, quasi non si sente. Ci prova l’ottavo brano ad apportare varietà, ma su questa musica melodica e proposta senza spigoli i Carillon sbagliano spettacolarmente e decidono di aggiungere dei growls totalmente fuori luogo come le ruote di una Fiat Duna su di una Lamborghini, ed aggiungendo vocalizzi lirici che fanno solo disorientare l’ascoltatore.
Insomma: Non è inascoltabile, ma “Il grande brivido” è ben riassunto da una parola inglese: “Dull”, che significa sia “tranquillo” che “noioso”. Secondo me, i Carillon sanno fare qualche canzone bella, ma la varietà dell’album è poca e quel poco che c’è varia in maniera del tutto sbagliata. C’è una cerchia di fans del prog rock particolarmente leggero che potrebbe anche apprezzare il buon lavoro della cantante e dei riffs troppo in secondo piano, e per costoro il cd potrebbe essere raccomandabile, ma io dico che tutto sommato il suo successo è troppo di nicchia, che tutto sommato con quello che costano gli album, il rapporto qualità – prezzo mortifica la riuscita dell’album, e anche che sono più facilmente portato a pensare che le tre canzoni all’inizio potrebbero essere un caso.

Track by Track
  1. Il sogno 75
  2. Il tempo all'infinito 70
  3. Io non dimentico 70
  4. Il grande brivido 55
  5. Ritrovarsi 50
  6. La tua eternita 55
  7. Nomade cuore 50
  8. Stato adrenalinico 50
  9. Immagini 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 55
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
58

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 05.02.2015. Articolo letto 1034 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.