Suffer In Silence «Behind The Truth» (2014)

Suffer In Silence «Behind The Truth» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
20.01.2015

 

Visualizzazioni:
892

 

Band:
Suffer In Silence
[MetalWave] Invia una email a Suffer In Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Suffer In Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Suffer In Silence [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Suffer In Silence

 

Titolo:
Behind The Truth

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Patrick Amati :: All Instruments, Vocals & Programming

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
38' 1"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.02.2014

 

Etichetta:
Sliptrick Records
[MetalWave] Invia una email a Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sliptrick Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sliptrick Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Per qualche strano motivo, sulla Riviera romagnola il metal proprio non riesce ad essere malevolo. Sarà il sole, il bel tempo, la società più multiculturalista di Bologna e di Rimini, città di provenienza della one man band Suffer in Silence, ma sta di fatto che le bands estreme sono poche da quelle parti, e ancor meno sono quelle malevole. Ed è questo il caso di SiS, proposta su metal archives come death/thrash/black e che invece con questi generi non c’entra manco da lontano. Io parlerei di una band deathcore che mostra in più di un’occasione una passione per le tastiere e per ritornelli puliti, che però, scelta forse banale ma vincente, non significano per una volta “suoni house” e voci pop, ma significano orchestrazioni e ritornelli con voce sporca, tipo industrial e dark, che rendono le composizioni immensamente più personali di tanti altri cloni. Talmente tanto che la seconda parte del disco è in realtà proprio più dark che deathcore, e che mostra una band che probabilmente vuole fare ancora deathcore, ma che in realtà è talmente stuzzicata da quest’altro genere musicale che sembra che gli esce più naturale questo che quello più estremo.
Poi intendiamoci: qui i crismi del deathcore e i trademark di questo genere non mancano, addirittura il cd presenta diversi blastbeats e riffs su note basse, molto più tipici del deathcore, ma su cui, per stemperarne la potenza e aumentarne l’originalità, sono stagliate delle orchestrazioni palesemente fatte alla tastiera se non addirittura aggiunte al pro tools. Ed è per questo che canzoni come la terza canzone e la settima potrebbero spiazzarvi con la propria doppia personalità musicale, fino a conquistarvi se siete amanti delle atmosfere con una sesta e una ottava canzone decisamente più struggenti, meno core e che non inseriscono per forza partiture brutal, che sembrano quasi ridondanti.
In altre parole: ho apprezzato questo secondo cd dei SiS proprio per questo sound “in divenire” proposto nell’album, sfumato, che passa da sfuriate deathcore ad un crescendo più dark/industrial; per questo motivo questo cd potrebbe dare una buona reinterpretazione di questi generi musicali che potrebbero convincere gli amanti di questi due generi e farebbero impazzire chi ama tutti e due questi stili. Per il futuro si consiglia alla band solo una diminuzione della voglia di suonare metal estremo, quasi fuori contesto. Per il resto, lodo la voglia creativa di Patrick Amati.

Track by Track
  1. New page 65
  2. Endless war 70
  3. The Light Of Salvation 75
  4. Blind To Look The Truth 70
  5. The sacrifice (Intermezzo) S.V.
  6. King of the lies 80
  7. Thieves of power 75
  8. The end of love 80
  9. What we believe 65
  10. A denial 75
  11. Essential (Outro) S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 20.01.2015. Articolo letto 892 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.