Flashback of Anger «Terminate and Stay Resident (TSR)» (2014)

Flashback Of Anger «Terminate And Stay Resident (tsr)» | MetalWave.it Recensioni Autore:
reira »

 

Recensione Pubblicata il:
20.12.2014

 

Visualizzazioni:
914

 

Band:
Flashback of Anger
[MetalWave] Invia una email a Flashback of Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Flashback of Anger [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Flashback of Anger

 

Titolo:
Terminate and Stay Resident (TSR)

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessio: voce, tastiere
Andrea A: chitarra
Gianmarco: chitarra
Andrea T: basso
Antonio: batteria

 

Genere:
Melodic Power / Prog Metal

 

Durata:
56' 10"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
29.08.2014

 

Etichetta:
IceWarrior Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di IceWarrior Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di IceWarrior Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di IceWarrior Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Quando si ha la possibilità e l'onore di esprimere un'opinione (sicuramente influenzata dalla soggettività, dai propri gusti personali) in merito a un buon album, è sempre un grande piacere.
Dico buon album per rimanere sobria, ma questo secondo lavoro dei Flashback of Anger è anche meglio. Alessio e company, dopo la terribile perdita di Francesco (bassista), non hanno mollato, anzi, si sono riproposti con vigore e a testa alta sulla scena musicale. Già questo la dice lunga.
TSR è un cd denso di significati, ben variegato e che mette piacevolmente in evidenza il talento e la coesione di un gruppo di cui dobbiamo essere fieri.
Ho trovato semplicemente stupenda la ballad Don't let me fade (dedicata a Francesco, per l'appunto), ma anche My angel; tecnicamente complesse song come Hiroshima, Power Play, Mother soldier e Black prince, in particolare quest'ultima vede la partecipazione di Fabio Lione e la possiamo ascoltare in due versioni.
Nel complesso, mi azzardo a dire che i Flashback of anger hanno qualche somiglianza con i Vision Divine, soprattutto in alcuni punti.
Interessante l'inserimento quasi strategico delle tastiere che danno un tocco melodico anche alle tracce più energiche.
In sintesi, posso assicurarvi che TSR è fatto bene e rende onore a chiunque ha collaborato alla sua realizzazione. Consigliato a tutti gli amanti del genere, senza esclusione di colpi.

Track by Track
  1. Mother soldier 65
  2. False idols 65
  3. Gynophobia 70
  4. Don't let me fade 80
  5. The great fire 70
  6. Black prince 70
  7. Shattered promises 70
  8. My angel 75
  9. Hiroshima & Nagasaki 70
  10. Power play 70
  11. Black prince original version 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
72

 

Recensione di reira » pubblicata il 20.12.2014. Articolo letto 914 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.