Manilla Road «Out of the Abyss» (2014)

Manilla Road ŤOut Of The Abyssť | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
12.12.2014

 

Visualizzazioni:
1557

 

Band:
Manilla Road
[MetalWave] Invia una email a Manilla Road [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Manilla Road [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Manilla Road

 

Titolo:
Out of the Abyss

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Randy "Thrasher" Foxe :: Drums
Scott Park :: Bass
Mark W. Shelton :: Lead Vocals, Lead Guitars

 

Genere:
Heavy / Epic / Doom / Proto Metal

 

Durata:
43' 37"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
13.01.2015

 

Etichetta:
Shadow Kingdom Records
[MetalWave] Invia una email a Shadow Kingdom Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Shadow Kingdom Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Shadow Kingdom Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
ClawHammer PR
[MetalWave] Invia una email a ClawHammer PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di ClawHammer PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di ClawHammer PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di ClawHammer PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagine GooglePlus di ClawHammer PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di ClawHammer PR

 

Recensione

Per quello che ci è dato sapere, la ristampa del settimo album dei 16 albums pubblicati dagli storici Epic Metal gods Manilla Road (una band che non ha certo bisogno di introduzione), non è stato risuonato né sono state aggiunte bonus tracks di qualsiasi tipo o outtakes vari: abbiamo sempre 9 tracce per poco meno di tre quarti d’ora di musica.
Una musica che, come forse ricorderà chi ha vissuto quegli anni, fece scalpore per il fatto di essere molto meno heavy metal classico e molto più thrash e sinistra rispetto ai vecchi dischi dei MR. Basta accorgersene dall’inizio parossistico di “Whitechapel”, lunga e prevalentemente thrash, con solo alcuni spigoli smussati a contraddistinguerli da altre bands thrash di quel periodo, oltre che da una voce roca ma potente che marchia a fuoco le composizioni. Eppure sentendo l’album, non è sempre così e “Out of the abyss” non è solo muscoli: “Rites of blood” infatti manifesta la sua vena sinistra e più heavy metal, e anche per l’impostazione vocale il brano non stona affatto da quanto fatto da King Diamond. “Return of the old ones” mostra anch’essa un lato nuovo, quello di ciò che sembra una ballad ombrosa, ma che poi evolve sempre di più e che manifesta anche passaggi grintosi, il tutto pur mantenendo questo stile mai molto solare. Lo stesso stile si può apprezzare in brani come “War in heaven” e come “Helicon”, la prima delle quali effettivamente più epica, e l’altra che accelera sempre di più alla fine. Il picco della velocità è dato dalla penultima “Slaughterhouse”, thrash/speed con sfumature alla Motorhead.
Insomma: le bands che hanno fatto una storia non hanno certo bisogno né di una recensione, né di un giudizio, per cui quello espresso sotto è puramente personale, e mostra un disco che ha il suo punto debole a metà disco, dove le canzoni sono più nella media, sanno un po’ di incompleto e di fatto alla veloce, nonché di meno personale. Per il resto, questo è l’episodio discografico più duro di un gruppo musicale epic/heavy metal storico, da oggi di nuovo disponibile per voi. Non credo sia necessario aggiungere altro.

Track by Track
  1. Whitechapel 85
  2. Rites of blood 90
  3. Out of the abyss 80
  4. Return of the old ones 85
  5. Black Cauldron 70
  6. Midnight meat train 65
  7. War in heaven 85
  8. Slaughterhouse 90
  9. Helicon 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
82

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 12.12.2014. Articolo letto 1557 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.