Crazy Rain «Life Illusion» (2014)

Crazy Rain «Life Illusion» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Dust »

 

Recensione Pubblicata il:
05.12.2014

 

Visualizzazioni:
944

 

Band:
Crazy Rain
[MetalWave] Invia una email a Crazy Rain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Crazy Rain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Crazy Rain

 

Titolo:
Life Illusion

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giacomo Gianfranchi (Voce)
Emiliano Galli (Chitarra)
Elvio Pisani (Chitarra)
Simone Lavorini (Basso)
Federico Cecchini (Batteria)

 

Genere:
Hard 'n Heavy / Metal

 

Durata:
47' 15"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
09.06.2014

 

Etichetta:
Red Cat Records
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Red Cat Records

 

Distribuzione:
Audioglobe
[MetalWave] Invia una email a Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Audioglobe [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Audioglobe
The Orchard
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di The Orchard

 

Agenzia di Promozione:
Red Cat Promotion
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Promotion

 

Recensione

I Crazy Rain, con il loro nuovo album “Life Illusion” ci propongono un grande ritorno sulla scena metal italiana e non; credo sia necessaria una piccola nota biografica per questa band che, come troppe altre, passa in secondo piano a livello nazionale nonostante un’attività di primissimo livello. La band nasce nel 1988 ed ha due album all'attivo, oltre a due promo/demo. Da sottolineare il secondo album 'Scream and Shout' realizzato nel 1994 in Inghilterra, dove la band ha avuto modo di consolidare il proprio nome attraverso svariati concerti ed attività musicali.
Si susseguirono poi alcuni cambi di genere musicale, cambi line up e conseguente periodo di parziale interruzione dell’attività musicale, riprendendola a pine qualche anno fa con una collaborazione con Olaf Thorsen dei Vision Divine per un promo di discreto successo che ne permise il ritorno sui palchi. Oggi la band ci presente un nuovo disco, un concentrato di Heavy Metal a tratti Dark, ogni tanto Melodic, ma che allo stesso tempo evidenzia le immancabili basi Rock dei musicisti. Un lavoro veramente ben fatto e di ottimo livello. Ad emergere già dai primi passaggi è la grandissima preparazione tecnica dei musicisti: le linee di chitarra sono eseguite sempre alla perfezione con largo uso di tecniche di grande impatto, così come tutte le parti canore precise ed interpretate con gusto; non va assolutamente tralasciato il grande lavoro a livello di ritmica basso e batteria che costruisce tutte le tracce in maniera estremamente solida.
Anche dal punto di vista delle composizioni, tutti i brani sono ben composti ed arrangiati, avrei dato personalmente più risalto alla porzione melodica andando leggermente a discapito dei riffing crudi veramente onnipresenti, riuscendo magari a dare quel qualcosa in più che manca in alcuni brani presi singolarmente, però credo che la band abbia preferito spiccare per potenza, presenza e sostanza; soluzione che all’interno del disco come insieme, funziona alla grande. Le undici tracce dell’album scorrono bene, esclusi purtroppo alcuni evidenti errori di produzione sfuggiti nelle fasi di lavoro: purtroppo si sentono abbastanza bene alcuni tagli sporchi, colpi di batteria “rimasti” che non riesco tuttavia a spiegarmi e qualche volume non proprio impeccabile in pochi punti. Questi elementi ovviamente non pregiudicano il lavoro che rimane di altissimo livello, vista soprattutto la preparazione musicale della band, ma purtroppo come prodotto finale viene un po’ penalizzato, soprattutto visto che la band può e deve puntare veramente in alto. Che dire, spero che questa piccola osservazione possa servire per i prossimi dischi.
Concludendo, veramente un gran lavoro per tutti gli amanti del Hard ‘N’ Heavy a cui piace sentire musica ben suonata e concepita per lasciare il segno.

Track by Track
  1. Fallen Rain 75
  2. 2067 (Height the Light) 70
  3. Rise Again 75
  4. The Twilight 70
  5. Escape from Death 80
  6. Life Illusion 80
  7. Nobody Lies 70
  8. Front the Door 75
  9. Wait For Change 70
  10. After the Rain 75
  11. Time of Faith (Bonus Track) 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
77

 

Recensione di Dust » pubblicata il 05.12.2014. Articolo letto 944 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.