Collapse «Alla Deriva » (2014)

Collapse ŤAlla Derivať | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
27.09.2014

 

Visualizzazioni:
1102

 

Band:
Collapse
[MetalWave] Invia una email a Collapse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Collapse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Collapse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Collapse [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Collapse

 

Titolo:
Alla Deriva

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Matteo :: Vocals
Jacopo :: Bass
Emilio :: Guitar
Fabio :: Drums

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
25' 53"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
05.07.2014

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Un demo e subito full length per i fiorentini Collapse, fautori di ciò che loro definiscono metal sulla loro pagina facebook, che metal archives definisce thrash metal e che io invece chiamo hardcore/punk, al limite crossover con tanto di richiamo ai D.R.I. Il full length in questione è per l’appunto “Alla deriva”, che condensa 8 tracce per neanche mezz’ora di musica e che esce autoprodotto.
Niente di innovativo, dunque, ma solo tanta voglia di divertire e di tirare in faccia cazzotti e lamentele sociali, accompagnate da riffs semplici tanto quanto i loro arrangiamenti, eppure dotati di un certo effetto per l’ascoltatore e di sicuro impatto per chi vuole fare un po’ di sano mosh sotto il palco. La tracklist è descritta in maniera molto semplicistica nel seguente modo: le prime 3 canzoni sono tipicamente hardcore con soprattutto l’eloquente “Quello che non cerco” a svettare in testa a queste, mentre nella parte centrale compaiono effettivamente alcuni assoli non molto elaborati che fanno virare di più la proposta verso sonorità crossover, per terminare poi sull’hardcore, eccezion fatta per parti nettamente più punk.
Niente d’innovativo dunque, ma tanto di credibile, genuino e appassionante, tranquillamente consigliabile agli amanti dell’hardcore nonché a chi apprezza il thrash più orientato verso l’hardcore. Mosh!

Track by Track
  1. Alla Deriva 70
  2. Quello che non cerco 70
  3. Democrazia brutale 70
  4. Sputo odio 70
  5. Terminator 75
  6. La fine dei tuoi giorni 70
  7. Qui va tutto bene 70
  8. Roma a mano armata 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 27.09.2014. Articolo letto 1102 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.