Spite Extreme Wing «Non Dvcor, Dvco» (2004)

Spite Extreme Wing «Non Dvcor, Dvco» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Lord Lucyfer »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1880

 

Band:
Spite Extreme Wing
[MetalWave] Invia una email a Spite Extreme Wing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Spite Extreme Wing [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Spite Extreme Wing

 

Titolo:
Non Dvcor, Dvco

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Argento - voce e chitarra
Azoth - basso e tastiere
Rigel - batteria

 

Genere:

 

Durata:
41' 40"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

In Italia ormai abbiamo le due migliori bands del panorama Black attuale. Da un lato ci sono gli Handful Of Hate, band toscana sovrana dello Swedish Black. Dall'altro ci sono i genovesi Spite Extreme Wing, gruppo che non fa riferimento a nessun genere specifico, e proprio su questa cosa costruisce la sua fortuna.
"Non Dvcor, Dvco" è il secondo album della band capitanata dall'eclettico Argento, un lavoro maturo, eccelso e sorprendete sempre più, nota dopo nota.
E' possibile trovare un pezzo migliore di tutti gli altri? E' possibile trovare un solo handicap a questo album? No, tutto questo non è possibile, Argento, qui aiutato da Azoth e Rigel (quest'ultimo già compagno del mastermind negli Antropofagus), da vita ad un vero e proprio capolavoro: Black Metal tiratissimo, alternato a mid-tempos ricchi di pathos, ed il tutto condito da un'atmosfera indescrivibile. Se aggiungiamo il cantato in italiano, a dimostrare che il Black Metal può anche esser ricercato nelle proprie tradizioni, e non andando a scopiazzare miti e leggende delle fredde lande scandinave.
Tanto di cappello agli Spite Extreme Wing, la PRIMA vera band che potrebbe fregiarsi del "titolo" di True Italian Black Metal. "Non Dvcor, Dvco" è la più alt vetta toccata dalla Nera Fiamma qui in Italia. E se non do a questo cd il voto massimo, ossia il 100, è solo perchè aspetto di darlo al terzo album, in cui, credo, arriverà la definitiva consacrazione della band ligure sul tetto mondiale del Black Metal. Capolavoro imperdibile.

Track by Track
  1. A Chi L'Ignoto 60
  2. Non Dvcor, Dvco 90
  3. In Su La Vetta 85
  4. La Torre Del Silenzio 85
  5. Decadenza 80
  6. Disperazione - Il Ciclo Si Chiude 80
  7. Il Sole Di Notte E La Rivolta 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Lord Lucyfer » pubblicata il --. Articolo letto 1880 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.