Emil Bulls «Sacrifice to Venus» (2014)

Emil Bulls «Sacrifice To Venus» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
02.08.2014

 

Visualizzazioni:
1321

 

Band:
Emil Bulls
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Emil Bulls [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Emil Bulls [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Emil Bulls [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Emil Bulls

 

Titolo:
Sacrifice to Venus

 

Nazione:
Germania

 

Formazione:
Christoph v. Freydorf - vocals
James Richardson- bass
Andy Bock - guitar
Stephan Karl - guitar

 

Genere:
Alternative Metal

 

Durata:
51' 22"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
08.08.2014

 

Etichetta:
AFM Records
[MetalWave] Invia una email a AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di AFM Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli "Emil Bulls" sono una band Tedesca che da vita all'ottavo album in studio dal titolo “Sacrifice to Venus” contenente tredici tracce più due bonus tracks per la versione Digipack. Il genere che ci propone la band tedesca è un Aternative Metal con una linea vocale scream che ci porta a ricordare vagamente alcuni mostri sacri del settore come Sepoltura, Soulfly.Gli "Emil Bulls" partono subito a razzo aprendo con "The Grave", una bella traccia tirata dall'inizio alla fine con buoni intrecci e dialoghi tra le due chitarre e la sezione ritmica che la band però non cita nella sua line-up; il tutto tenuto ben amalgamato da un buon lavoro fatto dalla linea di basso. Il ritmo si mantiene alto fino ad arrivare alla song "I wanna feel you" con sonorità melodica e pacate in pieno stile Blink 182. L'andamento ritorna deciso con i brani seguenti, buoni i muri di chitarra che hanno il compito di accompagnare una voce scream sempre tenuta a livelli alti e senza mai uscire dai binari apprezzabile la traccia "The Reckoning", e la stessa "Sacrifice to Venus" che dà il titolo all'album. Una song potente addolcita da un tappetto di tastiere e da una sezione leggera di doppie voci. L'andamento deciso, veloce e potente è la costante di questo cd e se qualcuno pensava che la band si sarebbe concessa una "pausa" avete sbagliato perchè siamo a livelli alti specie per le due songs molto belle come "Men or Mouse" con una bella esecuzione tecnica del vocalist e "Keep On Dreaming"."Sacrifice to Venus" si chiude con "Behind the Sun" una tranquilla ballata di sei minuti con l'introduzione di cori feminili che rendono tutto più soft mantenedo comunque la potenza grazie alla linea ritmica decisa. L'ennesima conferma di quello che c'è di buono in questa formazione tedesca per quelli che seguivano già da tempo gli "Emil Bulls" e una piacevole scoperta per chi non ne ha mai sentito parlare e vorrai iniziare da qui.

Track by Track
  1. The Grave 70
  2. Hearteater 70
  3. Pants Down 75
  4. I Wanna Feel You 75
  5. Rainbows and Butterflies 70
  6. The Way of the Warrior 70
  7. The Reckoning 65
  8. The Age of Revolution 70
  9. Sacrifice to Venus 75
  10. Gone Baby Gone 70
  11. Man Or Mouse 65
  12. Keep On Dreaming 70
  13. Behind the Sun 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Led » pubblicata il 02.08.2014. Articolo letto 1321 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.