Second Brain «Synthesis» (2014)

Second Brain «Synthesis» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Andreas X »

 

Recensione Pubblicata il:
23.07.2014

 

Visualizzazioni:
1115

 

Band:
Second Brain
[MetalWave] Invia una email a Second Brain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Second Brain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Second Brain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Second Brain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Second Brain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Second Brain [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Second Brain

 

Titolo:
Synthesis

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Agravain - Vocals, guitars, programming, synths, percussions
Lala Gabarth - Bass, vocals, synths
Gygon - Live drummer

 

Genere:
Freeform metal

 

Durata:
36' 55"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.04.2014

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I romani Second Brain sono un duo. Voi direte “un duo?”. Sì. Diventano tre quando, per le esibizioni live, si aggiunge un batterista (che partecipa anche alle incisioni). Stiamo parlando di due eccellenti polistrumentisti, che presentano il loro primo full lenght, intitolato “Synthesis”. Il titolo non è casuale, atteso che questo lavoro è la summa di molteplici influenze: è talmente tanto ricco di influenze diverse da non essere per niente fuori luogo la definizione di “free form metal”.
Ma andiamo con ordine. Agravain e Lala Gabarth hanno fuso thrash/speed metal di vecchio stampo ed elettronica, il tutto condito da cori talvolta anche di ispirazione lirica. Ad un primo ascolto, la reazione potrebbe essere “ma che è sto casino?”. Tuttavia, già ad un secondo e terzo ascolto, ci si rende conto che, se di casino si tratta, è decisamente molto ordinato. Emerge infatti la perfetta amalgama tra sezione ritmica (granitica, su cui si installano perfettamente i taglienti riff della chitarra) e synth, a supportare una voce che svaria agevolmente tra scream e pulito.
La produzione è di livello, e valorizza adeguatamente le doti tecniche del duo (senza nulla togliere al live drummer Gygon). Anzi, una menzione speciale va ai Second Brain sotto l’aspetto della tecnica strumentale in quanto, è bene ribadirlo, si tratta di polistrumentisti.
Personalmente, sarei curioso di sentirli dal vivo.
Consigliato a… uhm… beh, di sicuro a chi ha voglia di sentire qualcosa di nuovo, originale, diverso dal solito!

Track by Track
  1. Hierarchies 75
  2. The Sins Of Others 70
  3. Rise Of The Last 65
  4. The Deranged 75
  5. Insects 65
  6. Not Any More Heavens 60
  7. Before The End 60
  8. Final Eclipse 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 95
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Andreas X » pubblicata il 23.07.2014. Articolo letto 1115 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.