Bog-Morok «Industrialypse» (2013)

Bog-morok «Industrialypse» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
28.03.2014

 

Visualizzazioni:
804

 

Band:
Bog-Morok
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bog-Morok

 

Titolo:
Industrialypse

 

Nazione:
Russia

 

Formazione:
Morok - vocal, synths
Sherman - guitar
Penguin - bass
Smeat - sampler, back vocals
Vladimir - drums

 

Genere:
Industrial / Nu Metal

 

Durata:
55' 3"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2013

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Dai e dai, I russi Bog Morok arrivano all’industrial metal nel loro quinto album chiamato “Industrialypse”, che in 10 tracce più cover finale dei Fantomas per circa 55 minuti di durata ci propone un ragguardevole esempio di questo genere musicale.
Ragguardevole perché oltre a una copertina e una qualità sonora molto ben fatte, l’album è semplicemente riassumibile nella parola: “completo”. Ha tutto: dalla title track furiosa e in blastbeat, alla groovy eppure molto catchy “Gliese581d” alla tempestosa “Hellstarter”, passando inoltre per la tersa (ma non troppo) “Shapeshifter”, alla dura “Bloodsucker”, fino alla migliore di tutte “IDDQD”, energica e con dei crescendo all’interno della composizione davvero a tiro, tra ritornelli e strofe. In altre parole: quest’album possiede un songwriting con tante sfaccettature, usa diversi stili compositivi, eppure è coeso e compatto, per nulla dispersivo o dozzinale. Di certo è fatto da gente con esperienza, che sa alternare momenti di metal estremo (che comunque è il genere predominante, dopo l’industrial, in questo disco) a momenti più calmi e vagamente riflessivi, oserei quasi dire ombrosi, come ad esempio in “Zvezdopad”. Conclude la cover dei Fantomas, ovvero la celebre “Der Golem”, della quale dico che non è male, ma preferisco l’originale.
Devo ammettere che, onestamente, non c’è molto altro da dire su quest’album, se non che 55 minuti quasi non me ne sono accorto che passavano. Questo disco scorre liscio e senza alcun tipo di intoppi. “Industrialypse” è un disco che considero un acquisto più che consigliato, anzi quasi doveroso per chiunque sia interessato all’industrial metal underground. Complimenti Bog-Morok!

Track by Track
  1. Industrialypse 80
  2. Gliese581d 80
  3. Ne Vizhu Zla (Stadiae III) 80
  4. Neizbezhnost 80
  5. Hellstarter 80
  6. Shapeshifter 75
  7. Bloodsucker 80
  8. Svet V Kontse Tonnelya 75
  9. Zvezdopad 80
  10. IDDQD 85
  11. Undream 80
  12. Der Golem (fantomas cover) 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 28.03.2014. Articolo letto 804 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.