Iron Savior «Rise Of The Hero» (2014)

Iron Savior ĞRise Of The Heroğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
19.02.2014

 

Visualizzazioni:
1382

 

Band:
Iron Savior
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Iron Savior [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Iron Savior [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Iron Savior

 

Titolo:
Rise Of The Hero

 

Nazione:
Germania

 

Formazione:
Joachim “Piesel” Kuestner
Thomas Nack
Piet Sielck
Jan S. Eckert

 

Genere:
Speed Power Metal

 

Durata:
52' 7"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.02.2014

 

Etichetta:
AFM Records
[MetalWave] Invia una email a AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di AFM Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di AFM Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli "Iron Savior" sono una band formatasi nel 1996 per mezzo di Piet Sielck, Kai Hansen (Gamma Ray) e Thomen Stauch (Blind Guardian). La band realizza cinque album l'ultimo dei quali nel 2007 (Megatropolis). Nel frattempo la lineup subisce un cambiamento che porterà gli "Iron Savior" ha pubblicare l'album successivo solo dopo quattro anni quello poi che andiamo a recensire dal titolo "Rise of the Hero". Il genere proposto è un potente Heavy/Power Metal sulla falsa riga di bands già note come W.A.S.P., Cinderella, Helloween. Il disco si apre con una traccia strumentale che fà da apri pista al brano successivo "Last Hero",caratterizzato da una potente cavalcata resa graffiante dalla voce rauca ma ben impostata e una sezione di tastiere presenti solo in alcuni punti strategici e ben pensati. Buona anche l'idea di usare cori e seconde voci che danno ancora di più l'impronta W.A.S.P. a tutto questo bel cd (Burning Heart). Scorrendo il lavoro si arriva a "Thunder From The Mountains" una song che spacca davvero con ritmi al cardiopalmo e una sezione ritmica ( batteria) di tutto rispetto che non ha mai un minuto di pausa. Le chitarre degli "Iron Savior" ci omaggiano inoltre di spettacolari sezioni di assoli in pieno stile Steve Vai, Malmesteen, carpendo comunque quel tocco di originalità che rende unico questo bel lavoro."Rise of the Hero" non si riposa mai nel senso che non ci sono brani strappalacrime o ballate lente come a voler prendere un pò di fiato. Qui si parte e si arriva a mille ed il bello è che si arriva alla fine e non si avverte quella vena di stanchezza e pesantezza che potrebbe dare tutto il lavoro. Una conferma per questa band che ha messo in questo "Rise of the Hero" ancora una volta l'esperienza e la tecnica accumulata negli anni. Bravi!!

Track by Track
  1. Ascendence 65
  2. Last Hero 70
  3. Revenge Of The Bride 70
  4. From Far Beyond Time 75
  5. Burning Heart 65
  6. Thunder From The Mountains 65
  7. Iron Warrior 70
  8. Dragon King 70
  9. Dance With Somebody 70
  10. Firestorm 70
  11. The Demon 75
  12. Fistraiser 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
69

 

Recensione di Led » pubblicata il 19.02.2014. Articolo letto 1382 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.