Megadeth «Super Collider» (2013)

Megadeth «Super Collider» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Barbaro »

 

Recensione Pubblicata il:
03.02.2014

 

Visualizzazioni:
1424

 

Band:
Megadeth
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Megadeth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Megadeth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Megadeth [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Megadeth

 

Titolo:
Super Collider

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Dave Mustaine - Lead Vocals, Lead, Rhythm, and Acoustic Guitars
Chris Broderick - Lead, and Rhythm Guitars
David Ellefson - Bass Guitar
Shawn Drover -Drums

 

Genere:
Thrash /Speed Metal

 

Durata:
45' 14"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
04.06.2013

 

Etichetta:
Tradecraft Records

Universal Music Group
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Universal Music Group

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Sono sempre stato convinto che se Mustaine avesse avuto, nella sua storia, un approccio piu' carismatico coi sui fan anche il giudizio degli stessi su suoi dischi sarebbe diverso. Leggo in giro forti critiche di ogni tipo verso quest'ultimo lavoro in studio Super Collider, lo vado ad ascoltare, senza pregiudizi e, nonostante le premesse, ci vedo un buon album. Certo non ha i livelli compositivi e tecnici delle grandi glorie del passato ma vorrei chiedere di rapportare questo disco con quanto sta uscendo in questo periodo e ricalcolarne i parametri di valutazione. Super Collider mi piace, gia' dalla copertina che, se non rientra tra le massime espressioni grafiche recenti, di sicuro e' originale e attuale. La produzione e' ottima, il disco suona veramente bene e soddisfa anche chi non ha un impianto con un amplificatore valvolare in casa e anche gli arrangiamenti sono interessanti, alcuni piu' altri meno per la verita', ma questo credo sia un indiscutibile verita' su ogni disco che la musica ci ha portato. Gia' la opener 'Kingmaker' ha buone premesse, e' potente serrata e con una degna sezione ritmica. Super Collider, la title track, e' forse l'unica nota discutibile del disco, insieme a Burn, ma dopo si incontrano pezzi davvero interessanti: 'Built for War' granitico e acido, la quasi mistica 'Dance in the Rain', 'Beginning of Sorrow, con il suo intro di basso, e l'originale pezzo country 'The Blackest Crow', l'immediata 'Forget to Remember' e la blueseggiante 'Dont' Turn Your Back' per concludere con la cover dei Thin Lizzy 'Cold Sweat'. Insomma, in definitiva Super Collider e' un album che scorre bene, non tutti i pezzi sono eccelsi e di sicuro non passera' alla storia ma di sicuro incuriosisce e diverte molto piu' di tanta fuffa che gira oggigiorno.

Track by Track
  1. Kingmaker 75
  2. Super Collider 65
  3. Burn! 60
  4. Built for War 70
  5. Off the Edge 75
  6. Dance in the Rain 75
  7. Beginning of Sorrow 60
  8. The Blackest Crow 75
  9. Forget to Remember 70
  10. Don't Turn Your Back.. 75
  11. Cold Sweat 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Barbaro » pubblicata il 03.02.2014. Articolo letto 1424 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.