Plateau Sigma «White Wings of Nightmares» (2013)

Plateau Sigma «White Wings Of Nightmares» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
16.01.2014

 

Visualizzazioni:
1466

 

Band:
Plateau Sigma
[MetalWave] Invia una email a Plateau Sigma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plateau Sigma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Plateau Sigma

 

Titolo:
White Wings of Nightmares

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Manuel Vicari - Guitar, Vocals
Francesco Genduso – Guitar, Vocals
Maurizio Avena – Bass
Nino Zuppardo – Drums, Vocals

 

Genere:
Doom Death Metal

 

Durata:
49' 30"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
22.07.2013

 

Etichetta:
Beyond... Productions
[MetalWave] Invia una email a Beyond... Productions [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Beyond... Productions

 

Distribuzione:
Masterpiece Distribution
[MetalWave] Invia una email a Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Masterpiece Distribution

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Primissimo exploit discografico per la formazione ligure dei Plateau Sigma, progetto dedito ad un Doom/Death Metal dalle influenze piuttosto interessanti. ‘White Wings of Nightmares’ è il nome di questa piccola demo, piccola se pensiamo che consta di soli cinque brani ma la loro durata farebbe pensare in effetti ad un album vero e proprio dal momento che in questa sede sfioriamo i 50 minuti.
Un ascolto non basta, due nemmeno per comprendere le finalità artistiche e stilistiche dei Nostri, motivo per cui mi son preso di petto questo “White Wings..” come fosse per l’appunto un full-lenght tanto i contenuti farebbero pensare ad un intenso lavoro in sala prove che ritenevo necessario approfondire.
Analizzando il disco mediante un track-by-track ci troviamo dinnanzi all’opener ‘In The Air’ che ben riassume le intenzioni prettamente musicali dei Plateau Sigma fornendoci un solido appiglio per distinguerli dalla massa: posso dire di aver goduto dell’ascolto di una chitarra pulita dal suono davvero celestiale, dalle ritmiche lente sì ma con garbo ed eleganza un po’ come le suadenti melodie che la composizione offre. Meno buone le parti volte al lato Death Metal della questione, vuoi per una produzione ancora troppo attufata e sottotono che proprio non riesce a valorizzare né le chitarre (distorte) né le voci.
“Lunar Stream Hypnosis” mostra invece in toto le già buone qualità di songwriting del quartetto mettendo in luce una composizione davvero funzionale, per certi versi shoegaze, che sa tanto di metal estremo quanto di sonorità profonde e ricche di pathos.
“Dreaming to Dissolve” continua un po’ sulla falsa riga della traccia precedente facendosi largo nella track-list e arrivando sicuramente al rango di brano più rappresentativo assieme all’opener. Interessanti gli intrecci di chitarre e l’atmosfera in generale.
Chiude il disco la doppietta costituita da “The Cult of Mithra” e “Maira and the Archangel”, pezzi piuttosto lunghi di minutaggio, particolari, aperti e per certi versi anche eterei, mai eccessivamente complessi e nei quali la melodia è sempre al primo posto sia contemplata per ambientazioni più oscure e sinistre che in momenti più accesi. L’ombra degli Opeth è costantemente presente, specie in “The Cult of Mithra”, canzone davvero degna di nota.
Un pensiero costruttivo e realista: se i Plateau Sigma avessero goduto di una produzione più omogenea e cristallina ogni nota e strumento del platter sarebbero state messe in luce con più vigore, ciò non toglie che stiamo parlando del primo vagito discografico per cui possiamo anche passar sopra e fare un plauso per il gran lavoro svolto. La strada, per i Nostri, non è in salita ma ha bisogno di molto carburante per essere percorsa al meglio. Avanti così.

Track by Track
  1. In The Air 65
  2. Lunar Stream Hypnosis 75
  3. Dreaming to Dissolve 75
  4. The Cult of Mithra 75
  5. Maira and the Archangel 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 60
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 16.01.2014. Articolo letto 1466 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.