Rise of Avernus «L'Appel du Vide» (2014)

Rise Of Avernus ĞL'appel Du Videğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
04.01.2014

 

Visualizzazioni:
641

 

Band:
Rise of Avernus
[MetalWave] Invia una email a Rise of Avernus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rise of Avernus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rise of Avernus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rise of Avernus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Rise of Avernus

 

Titolo:
L'Appel du Vide

 

Nazione:
Australia

 

Formazione:
Daniel Warrington - Bass, Vocals
Ben Vanvollenhoven: Guitars, Vocals
Matthew Bell - Guitars, Samples
Cat Guirguis: Keyboards, Vocals
Andrew Craig - Drums, Percussion

 

Genere:
Progressive Doom Metal

 

Durata:
44' 40"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.01.2014

 

Etichetta:
Code666
[MetalWave] Invia una email a Code666 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Code666 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Code666 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Code666 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Code666 [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Code666

 

Distribuzione:
Aural Music
[MetalWave] Invia una email a Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Aural Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Aural Music

 

Agenzia di Promozione:
Aural Music (Promotion)
[MetalWave] Invia una email a Aural Music (Promotion) [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Aural Music (Promotion)

 

Recensione

Rise of Avernus è un progetto australiano nato dall’idea di Ben Vanvollenhoven e Catherine Guirguis, rispettivamente chitarrista/cantante e tastierista/cantante e questo ‘L'appel Du Vide’ è il primo grande passo di una discografia che, se improntata in questo modo, potrebbe crescere e regalare ai Nostri molte soddisfazioni.
Come punto di partenza la band si muove seguendo canoni rintracciabili nel Doom Metal preso molto in generale ma di certo avvezzo anche a sperimentazioni leggere verso il Death, il Gothic e la musica sinfonica ed elettronica, elementi più che fondamentali che costituiscono il sound pomposo e ben prodotto della combo di Sydney.
Fa loro onore il fatto di aver concepito un album che non abbassa praticamente mai il livello di tensione e regala momenti di godimento sonoro senza eccedere in passi più lunghi della gamba o ridicoli orpelli che abbasserebbero la qualità del platter.
Va detto che non sto parlando del disco dell’anno né di qualcosa che stravolgerà definitivamente i canoni del Doom Metal ma il suo fascino resta immutato e la produzione in generale ben si colloca tra i dischi meglio riusciti di questi ultimi mesi a livello globale. Il dualismo di voci ‘male-female’ rappresenta sicuramente uno degli aspetti fondamentali di questo riuscito ‘L'appel Du Vide’ e l’inserimento (molto pesante a dire il vero) delle tastiere è stato trattato tuttavia con la saggezza di chi sa mixare dischi da un bel po’ dato che non si evincono strumenti messi in secondo piano anzi, in ‘Embrace The Mayhem’ fa la sua comparsa persino un sax cui è riservato un curioso assolo al termine del brano.
Sono brani profondi, intensi che a volte richiamano persino il MeloDeath (‘Disenchanted’) accennando alla scuola scandinava e strizzando l’occhio anche ad atmosfere più groovy (‘Ethereal Blindness’) per terminare con una dolce ballad dal sapore malinconico (‘As Soleness Recedes’).
Tecnicamente preparati, i Rise Of Avernus si faranno sentire di nuovo. Tutti gli appassionati del genere sono stati avvertiti.

Track by Track
  1. A Triptych Journey 70
  2. The Mire 70
  3. Disenchanted 70
  4. L'appel du Vide S.V.
  5. Ethereal Blindness 75
  6. Embrace The Mayhem 75
  7. An Somnium 80
  8. As Soleness Recedes 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
72

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 04.01.2014. Articolo letto 641 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.