Max Pie «Eight Pieces - One World» (2013)

Max Pie «Eight Pieces - One World» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
13.12.2013

 

Visualizzazioni:
949

 

Band:
Max Pie
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Max Pie [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Max Pie [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Max Pie

 

Titolo:
Eight Pieces - One World

 

Nazione:
Belgio

 

Formazione:
Tony Carlino :: Vocals
Damien Di Fresco :: Guitars
Oliver Lemiere :: Bass
Sylvain Godenne :: Drums

Guests:
Simone Mularoni :: Guitars

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
54' 29"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
28.06.2013

 

Etichetta:
Mausoleum Records
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Mausoleum Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Rock N Growl
[MetalWave] Invia una email a Rock N Growl [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Rock N Growl [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rock N Growl [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Rock N Growl [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Rock N Growl [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Rock N Growl [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Rock N Growl [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Rock N Growl

 

Recensione

Della serie: I nomi delle band sbagliati. Immaginatevi inglesi e potete vedere questo bel cd azzurro, con una bella veste grafica, e col nome della band che tradotto è “Massimo torta”. Bisogna sprecarci un attimo di tempo per capire che questo “Eight piece – One World” non è un album solista di qualche compositore dal nome strano, ma il secondo album del gruppo power/prog/heavy metal proveniente dal Belgio e uscito per la Mausoleum Records, label che sembra avere un occhio particolare per il metal classico, e anche talento.
E talento lo si vede anche in questo “Eight pieces – one world” dei Max Pie: 8 canzoni per 54 minuti e mezzo di musica possono sembrare tanti, ma credetemi se vi dico che non si nota, ascoltando quest’album. Al contrario, ad ascoltarlo questo cd fila molto liscio e naturale, sempre con un occhio di riguardo verso una struttura compositiva aperta e poco incline allo schema strofa – ritornello, ma comunque con tutti gli strumenti amalgamati senza che mai nessuno sia sopra le righe o dotato di tecnicismi fini a sé stessi. Questo è evidente nella loro opener “A cage of sins”, dove una voce molto buona in stile Kamelot si staglia su una musica potente e che sciorina una bella digressione strumentale. Ma a ricordarci che i Max Pie sanno anche fare canzoni più corte e da singolo, ecco che “I’m sealed” e “Vendetta” mostrano un lato più conciso del loro songwriting e maggiormente d’impatto. Tra l’altro, queste due canzoni spaziano tra i tre generi che delimitano il genere musicale del belgi, con la prima più melodica e potente, e la seconda molto meno melodica, che non disdegna tempi veloci e palm mute alternati a grooves molto potenti. E se non vi basta, completano il quadro “Addictions”, più tipicamente power e con partiture barocche di chitarra, e “Don’t Tell me lies”, più tipicamente prog ma anche metal.
Insomma: “Eight pieces – One world” è heavy metal, power e prog in quantità tangibili, è ben suonato, bilanciato sia come influenze che come coesione degli strumenti, ben prodotto, ben registrato e ottimamente composto. Il 2013 ci ha regalato un disco adorabilmente riuscito, consigliato non solo ai fan dei generi proposti, ma anche a chi non disdegna un po’ di melodia e tecnicismo nel metal. Per me, questo è un cd adorabile, da avere per i fans del genere, e per tutti gli altri consiglio quantomeno un ascolto. Veramente ben fatto.

Track by Track
  1. Cage of sins 80
  2. I'm Sealed 80
  3. Earth's rules 80
  4. I'm in love 70
  5. Vendetta 75
  6. The Side of a Dime 75
  7. Addictions 80
  8. Don't tell me lies 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 13.12.2013. Articolo letto 949 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.