Elegy of Madness «Brave Dreams» (2013)

Elegy Of Madness «Brave Dreams» | MetalWave.it Recensioni Autore:
MrSteve »

 

Recensione Pubblicata il:
22.11.2013

 

Visualizzazioni:
1388

 

Band:
Elegy of Madness
[MetalWave] Invia una email a Elegy of Madness [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elegy of Madness [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Elegy of Madness

 

Titolo:
Brave Dreams

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Anja Irullo - Voice
Tony Tomasicchio - Guitars, Backing Vocals
Luca Basile - Keyboards, cello, orchestra
Alex Martina - Bass
Lorenzo Chiafele - Drums

 

Genere:
Female Symphonic Metal

 

Durata:
50' 44"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2013

 

Etichetta:
WormHoleDeath
[MetalWave] Invia una email a WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di WormHoleDeath [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di WormHoleDeath

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Una cosa bisogna dirla per gli Elegy of Madness: sanno cosa vuol dire realizzare del metal orchestrale. A prescindere dal giudizio della recensione, la produzione e le parti sono davvero in grado di rendere appieno l'orchestralitá e la magnificenza nelle loro intenzioni, in un genere dove la maggior parte dei gruppi suonano come le manie di protagonismo di un tastierista egocentrico (e spesso più scarso di quanto si immagini). Questo, se il genere vi appassiona, potrebbe valere da solo un consiglio per l'ascolto.
Ma passiamo alla critica. Un orchestrale con voce femminile operistica e maschile growl e non (ma raramente), con cori e l'occasionale canzone lenta: la formula consolidata del genere (vedi Epica), insomma, ma si presenta in modo molto curato e con qualche influenza diversa a rimescolare le cose (Red Dust mostra qualche influsso dei Rammstein, ed è la mia favorita del disco). Sebbene non tutte le canzoni siano memorabili, i vari temi e intrecci reggono molto bene, e a volte riescono a colpire in modo molto diretto (The Sacred Willow) con una qualità e una cura decisamente fuori dal comune. Insomma, il lavoro strumentale complessivo è di livello notevole, e da questo punto di vista l'unica critica possibile è sul dilatare troppo i temi più entusiasmanti: vista la durata media di cinque minuti l'attenzione un po' si perde per strada, ciononostante la validità complessiva resta.
Ma. C'è un ma. L'unico problema che ho con questo album è la voce. Non fraintendetemi, tecnicamente è perfetta, su questo non ci piove, ma sembra l'unica cosa su cui punta: serve una maggiore dose di personalità e di risalto. Non è affatto male, come ho detto, ma in un genere che ruota attorno alla voce, e in un album con questa qualità complessiva, spicca molto come non vi sia stata dedicata la stessa attenzione degli arrangiamenti, lasciandola in attesa di un colpo di stile che raramente si verifica.
Sintetizzando: un ottimo lavoro, che potrebbe diventare grandioso con una sana dose di carisma in più nel frontman. Se con l'esperienza acquisiranno anche più sicurezza, potremmo sentir parlare molto di loro. In ogni caso, un buon album per ogni metallaro, e definitivamente da tenere d'occhio per gli amanti dell'orchestrale. Consigliato.
Un'ultima cosa: non ho capito se Uomo è un tentativo di inserire rap da penisola in un contesto symphonic o cosa. In ogni caso, almeno per me, idea molto interessante ma realizzazione abbastanza scarsa.

Track by Track
  1. Suad 80
  2. Sinner 75
  3. For You 80
  4. Run Away 75
  5. Brave Dreams 80
  6. Red Dust 90
  7. Into the Tale 75
  8. The Sacred Willow 85
  9. Holding your Hand 80
  10. The 21st March 85
  11. Uomo 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di MrSteve » pubblicata il 22.11.2013. Articolo letto 1388 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.