Juglans Regia «Controluce» (2005)

Juglans Regia «Controluce» | MetalWave.it Recensioni Autore:
FallenAngel »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
863

 

Band:
Juglans Regia
[MetalWave] Invia una email a Juglans Regia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Juglans Regia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Juglans Regia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Juglans Regia [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Juglans Regia

 

Titolo:
Controluce

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessandro Parigi :: voce
Antonello Collini :: chitarra
David Carretti :: batteria
Massimiliano Dionigi :: basso

 

Genere:

 

Durata:
37' 42"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2005

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Juglans Regia nascono nel 1992 con il nome di Raising Fear, band con sonorità squisitamente metal per poi cambiare nome dopo la scelta di cantare in italiano e di rendere le sonorità più vicine al rock che al metal, mantendo comunque alcune sonorità heavy.
Dopo numerosi demo e la partecipazione alla compilation “Akom compilation 001” sono giunti a questo “Controluce”, un lavoro che denota una notevole crescita musicale e una personalità ben definita.
La band riesce a mischiare assai bene sonorità metal con gli stilemi del rock italiano più rozzo e piacevole come nel caso di “Il prossimo errore” in cui riff di chitarra granitci si alternano a momenti più riflessivi caratterizzati da arpeggi in cui la melodia la fa da padrona. Il cantato in italiano migliora ancora di più un brano di per sé molto valido.
Diverso il discorso che deve essere fatto per “Magnifica Ossessione”, brano decisamente più complesso del precedente con momenti prettamente progressive caratterizzati da cambi di tempo repentini e da un ritmo particolarmente cadenzato che farebbe muovere chiunque.
Completamente differenti invece brani come “Riflessi” “Quel che sembra…”, due canzoni che si avvicinano molto alle sonorità rock old style con un cantato tranquillo e ricco di sentimento che fa avvicinare le canzoni in questione allo stile dei primi Litfiba di “Desaparecidos” e “17 re” mantenendo però una personalità ben definita che nel corso di questi 13 anni ha potuto creare uno stile ben definito e particolare solo dei Juglans Regia.
Troviamo invece degli inserti tipicamente funky in “L’ultimo respiro” senza però esulare da un sound heavy tanto complesso quanto piacevole in tutte le sue parti.
In conclusione questo “Controluce” è la prova di una maturità musicale ormai raggiunta dal gruppo e comprovata da un ottimo cd che mischia sapientemente sonorità metal con momenti rock e funky senza mai risultare banale o scontato. Tecnicamente il gruppo denota un’abilità notevole nata da molti anni di gavetta; speo proprio che i Juglans Regia ottengano quello che

Track by Track
  1. Il prossimo errore 80
  2. Magnifica ossessione 90
  3. Riflessi 70
  4. Il vento 73
  5. L'ultimo respiro 80
  6. Quel che sembra... 90
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 80
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 88
Giudizio Finale
83

 

Recensione di FallenAngel » pubblicata il --. Articolo letto 863 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.