Progenie Terrestre Pura «U.M.A.» (2013)

Progenie Terrestre Pura U.m.a. | MetalWave.it Recensioni Autore:
FallenAngel »

 

Recensione Pubblicata il:
30.09.2013

 

Visualizzazioni:
1444

 

Band:
Progenie Terrestre Pura
[MetalWave] Invia una email a Progenie Terrestre Pura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Progenie Terrestre Pura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Progenie Terrestre Pura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Progenie Terrestre Pura [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Progenie Terrestre Pura

 

Titolo:
U.M.A.

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Nex[1] (Voce, Macchine)
Eon[0] (Strumenti, Macchine)

 

Genere:
Post Black Metal / Ambient

 

Durata:
51' 23"

 

Formato:
Mini-CD

 

Data di Uscita:
30.04.2013

 

Etichetta:
Avantgarde Music
[MetalWave] Invia una email a Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Avantgarde Music [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Avantgarde Music

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

È sempre abbastanza complicato recensire band come i Progenie Terrestre Pura, duo bellunese nato nel 2009 dall’incontro di Eon[0] e Nex[1], dal momento che il gruppo produce un sound sperimentale a tutto tondo. “U.M.A.” ossia “Uomini, Macchine, Anime” viene catalogato come Ambient-Post black metal, ma in questo caso è pressoché impossibile etichettare una musica così particolare da non ricadere in nessuna specie o sottospecie di metal.
All’interno del platter troviamo cinque opere sonore indipendenti una dall’altra, ma al tempo stesso legate da un filo a doppia mandata, in cui momenti squisitamente ambient e riflessivi lasciano lo spazio ad inserti di musica elettronica che sfociano in un sound minimal distante anni luce da qualsiasi sonorità heavy. A ciò si aggiunge una buona dose di black metal funereo e introspettivo che, grazie alla voce di Nex[1], riesce ad entrarci nelle viscere scombussolando ogni certezza musicale trasportandoci verso situazioni disperate che ci dilaniano la mente come un affilato bisturi. Brani come “Sovrarobotizzazione” e “La terra rossa di Marte” possono avere molteplici chiavi di interpretazione dal momento che i Progenie Terrestre Pura lasciano molto spazio alla mente dell’ascoltatore che può permettersi di intraprendere il viaggio che più preferisce.
Questo “U.M.A.” è quindi un lavoro unico sotto tutti gli aspetti, studiato nei minimi particolari che non mancherà di stupire la maggior parte di coloro che lo ascolteranno. Ci scostiamo da qualunque cliché o da qualsiasi “già sentito” e ci inoltriamo in un linguaggio sonoro nuovo e decisamente interessante. Si tratta di un cd che può essere solo amato alla follia o odiato con tutta l’anima, ma lo studio che sta dietro a questi cinque brani è di indubbio valore. Scollegatevi quindi dal mondo che vi circonda, preparate la vostra anima ad essere vivisezionata e premete il tasto “play” sul vostro lettore.

Track by Track
  1. Progenie Terrestre Pura 80
  2. Sovrarobotizzazione 85
  3. La terra rossa di Marte 85
  4. Droni 80
  5. Sinapsi divelte 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
80

 

Recensione di FallenAngel » pubblicata il 30.09.2013. Articolo letto 1444 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.