Sinheresy «Paint The World» (2013)

Sinheresy «Paint The World» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
30.08.2013

 

Visualizzazioni:
1808

 

Band:
Sinheresy
[MetalWave] Invia una email a Sinheresy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sinheresy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sinheresy [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Sinheresy

 

Titolo:
Paint The World

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Cecilia Petrini - Vocals
Stefano Sain - Vocals
Lorenzo Pasutto – Guitar
Daniele Girardelli – Keyboards
Davide Sportiello - Bass
Alex Vescovi - Drums

 

Genere:
Symphonic Heavy Metal

 

Durata:
48' 47"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
30.09.2013

 

Etichetta:
Bakerteam Records
[MetalWave] Invia una email a Bakerteam Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bakerteam Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bakerteam Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Debut album per i nostrani Sinheresy. Il sestetto è partito inizialmente in qualità di cover band dei noti Nightwish per poi spostarsi verso territori più personali concentrandosi su un songwriting che magari non si discosta troppo dalla proposta della band scandinava (né di diversi loro colleghi di fama internazionale) ma che tuttavia introduce un operato davvero degno di nota fosse anche solo per l’enorme lavoro che i nostri hanno fatto in sala prove.
Le idee che i Nostri hanno concretizzato si ritrovano piacevolmente in un Heavy Metal che ammette tanto sprazzi di Power che elementi sinfonici sparsi in pratica un po’ ovunque in questo buon “Paint The World”, album piuttosto fruibile ma suonato e composto con garbo e quell’eleganza di chi sa far le cose per bene e una buona produzione amplifica la godibilità generale.
Buonissime davvero le voci del duo Petrini/Sain perfettamente a loro agio in brani sia tirati e con molto mordente che in ballad romantiche come la bella ‘Roses & Thorns’ che a mio avviso resta il momento più intenso del disco nulla a togliere agli altri brani, tutti espressi con delle potenzialità d’eccezione che se mantenute salde e forti potranno senz’altro conferire ai Sinheresy un futuro più che roseo.
Come sempre, anche se la proposta non raggiunge picchi di originalità troppo alti, ciò che conta risiede soprattutto nella passione e nell’amore per ciò che si fa e a quanto pare il sestetto è pregno di elementi da pollice alzato ovvero tecnica più che discreta, una buona creatività e tanto tesoro fatto da ascolti su ascolti.
Tornando al platter posso naturalmente considerare imperative di ascolto anche ‘Lost in the Shadows’, moderna, groovy e sinfonica al massimo e le più “commerciali” ‘The Gambler’ e ‘Made for Sin’ senza contare la romantica ‘Our Angel’; insomma possiamo considerare l’intero “Paint The World” come un album già maturo e che segna un inizio carriera molto importante su lunga distanza e che darà molte soddisfazioni a questo progetto già abbondantemente rodato e funzionale.
Bravi davvero.

Track by Track
  1. Last Fall 75
  2. The Gambler 75
  3. Paint the World 70
  4. Roses & Thorns 85
  5. Made for Sin 75
  6. Break Point 70
  7. Lost in the Shadows 80
  8. Our Angel 80
  9. Elua's Gift 75
  10. Lying Dreams 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 30.08.2013. Articolo letto 1808 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.