Coma «Mindless» (2013)

Coma «Mindless» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
13.07.2013

 

Visualizzazioni:
1294

 

Band:
Coma
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Coma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Coma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Coma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Coma [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Coma

 

Titolo:
Mindless

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Michele Sanna :: Drums
Daniele Manca :: Guitars
Antonio Sanna :: Guitars, Vocals
Fabio Sinibaldi :: Bass

 

Genere:
Thrash Metal

 

Durata:
37' 22"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
25.01.2013

 

Etichetta:
Punishment 18 Records
[MetalWave] Invia una email a Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Punishment 18 Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Punishment 18 Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Discreto, ma niente di speciale. Ecco com’è il nuovo disco dei thrashers cagliaritani Coma, che ci presentano questo primo loro full length “Mindless” uscito per la Punishment18 e che condensa 9 canzoni in poco più di 37 minuti di musica.
Perché solo discreto? Perché stando a quanto sento, i Coma picchiano abbastanza, formalmente non gli si può dire nulla, ma il disco manca endemicamente di personalità. Tutte le canzoni sono un continuo rimando a soluzioni stilistiche che sono possesso dei Metallica, degli Onslaught e dei Testament, con l’unica eccezione data da “...only hate” in stile Overkill e Forbidden, ma è solo una parentesi. Per il resto gli altri brani si appoggiano pesantemente alle bands succitate, tra soluzioni stilistiche rubate a Hetfield, l’assolo palesemente alla Hammett di “My venom inside”, l’inizio di “Full of nothing” somigliante a una canzone degli Onslaught, e parti svariate come quella di “Last aim” (canzone che conclude in maniera poco eccellente tra l’altro) e la già citata “My venom inside” dove da un momento all’altro ci si aspetta che entri a cantare Chuck Billy, per la somiglianza degli stili.
Un disco inutile quindi? No, ma come detto, è un disco la cui personalità latita, e per questo motivo mi risulta a fine ascolto non male ma un po’ average, con i musicisti dei Coma che possono osare molto di più in quanto a personalità del sound e a idee più personali. Non a caso la mia canzone preferita è proprio la title track, l’unica che, anche se un po’ allungata, cerca di andare per la propria strada. Un disco per completisti del thrash e nulla più. Coraggio ragazzi!

Track by Track
  1. Mindless 70
  2. Full of nothing 55
  3. Last aim 60
  4. Again 60
  5. No love... 55
  6. ...Only hate 60
  7. My venom inside 60
  8. Under attack 65
  9. Old man 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
60

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 13.07.2013. Articolo letto 1294 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.