New Disorder «Dissociety» (2013)

New Disorder «Dissociety» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Jezebel »

 

Recensione Pubblicata il:
03.07.2013

 

Visualizzazioni:
1625

 

Band:
New Disorder
[MetalWave] Invia una email a New Disorder [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di New Disorder [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di New Disorder [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di New Disorder [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di New Disorder

 

Titolo:
Dissociety

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Francesco "Fran" Lattes - vocals
Giordano "Giosantita" Chiavoni - guitars
Fabrizio "Biz" Ferretti - guitars
Stefano "Steve" Rossi - bass
Luca Marini - drums

 

Genere:
Alternative Metal

 

Durata:
40' 46"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
04.03.2013

 

Etichetta:
Revalve Records
[MetalWave] Invia una email a Revalve Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Revalve Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Revalve Records

 

Distribuzione:
Believe Digital
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Believe Digital
Masterpiece Distribution
[MetalWave] Invia una email a Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Masterpiece Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Masterpiece Distribution
Plastic Head
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Plastic Head [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Plastic Head

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

"Dissociety" è il secondo lavoro dei New disorder. La band romana sembra produrre un light metal non facile da inquadrare date le diverse influenze e sfaccettature che possiede al suo interno. Prevale una melodicità cadenzata, accenni all'old school anni '80 e capacità di produrre suoni raffinati e compositi. La vocalità molto intonata e calda completa e caratterizza decisamente il suono della band, lasciando la propria impronta in ogni brano."From life to death" ha suono molto aperto, sopraffino, dai riff logici, voce scandita, espansa e armonica. Con"Escape" i New disorder si spostano più verso il rock, con vocalità a metà tra il british e l'epic. In "Break into disorder" la ritmica ha la meglio, il suono è più complesso, la voce soffusa si unisce ad melodia accattivante. "Atomic suicide" è impreziosita da un gran lavoro di basso, riff potenziati e accenni di growl qua e là, con l'aggiunta di un ritornello distendente e riflessivo."Free me from the dark "è un brano che contiene fraseggi di buona espansione vocale dove si rileva la volontà da parte della band di maneggiare la melodia inspessendola nella strofa e alleggerendola nel ritornello. Il ritmo aumenta con "Another hero to save", canzone progressiva e piena, con le chitarre che corrono libere e si lasciano andare nel refrain. Si ritorna a ritmi più dolci con "Sick feeling as you" in cui la band lascia prevalere l'aspetto più melanconico ed emotivo. "Last breath" e "Blue skies" sono brani simili: il primo sprizza puro rock da ogni poro, nel secondo i riff sono più rifiniti e si abbinano ad un certo brio ritmico."Hollywood burns" è più incisiva con un crescendo che si stabilizza nel ritornello e sferza nel bridge/solo. Si finisce con "Escape Pt.II", che sembra riprendere per completare definitivamente la seconda traccia con lo stesso titolo. Dopo l'ascolto di questo EP si può giungere alla conclusione che i New disorder cercano un trait d'union e trasformano geneticamente il rock britannico moderno e il tradizionale melodic metal attraverso un processo naturale e quindi non forzato, finendo per accontetare i fan di entrambe i generi.

Track by Track
  1. From life to death 70
  2. Escape 70
  3. Break out into disorder 75
  4. Atomic suicide 75
  5. Free me from the dark 70
  6. Another hero to save 75
  7. Sick feeling as you 65
  8. Last breath 65
  9. Blue skies 65
  10. Hollywood burns 70
  11. Escape Pt.II 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Jezebel » pubblicata il 03.07.2013. Articolo letto 1625 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.