Extrema «The Seed of Foolishness» (2013)

Extrema «The Seed Of Foolishness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
GulloBM »

 

Recensione Pubblicata il:
19.06.2013

 

Visualizzazioni:
1921

 

Band:
Extrema
[MetalWave] Invia una email a Extrema [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Extrema [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Extrema [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Extrema

 

Titolo:
The Seed of Foolishness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Gabri Giovanna: basso
GL Perotti: voce
Paolo Crimi: batteria
Tommy Massara: chitarra

 

Genere:
Metal / Thrash / Hardcore

 

Durata:
46' 34"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
07.05.2013

 

Etichetta:
Fuel Records
[MetalWave] Invia una email a Fuel Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Fuel Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Fuel Records

 

Distribuzione:
Self Distribuzione
[MetalWave] Invia una email a Self Distribuzione [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Self Distribuzione [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Self Distribuzione

 

Agenzia di Promozione:
Red Cat Promotion
[MetalWave] Invia una email a Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Red Cat Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Red Cat Promotion
Gatti Promotion Heavy Division
[MetalWave] Invia una email a Gatti Promotion Heavy Division [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Gatti Promotion Heavy Division

 

Recensione

Extrema, et extrema ratio.
A quattro anni da Pound For Pound (2009), gli Extrema pubblicano per la Fuel Records (e in parte autoproducono) “The Seed Of Foolishness”, ennesimo disco di qualità per il combo milanese.
L’album è incentrato sul tema del New World Order, ovvero il nuovo ordine mondiale per il quale Massoni ed Illuminati starebbero, secondo alcune teorie complottistiche, tendendo con ogni mezzo possibile: instabilità politica, crisi economica e profezie apocalittiche.
Come ho scritto sopra, “The Seed Of Foolishness” si presenta come extrema ratio, ovvero estremo rimedio per un mondo dalle dinamiche distorte e distopiche; la soluzione targata Extrema ha tinte fosche e dai sapori thrash e groove, e nonostante si tratti di un gruppo ormai storico per la scena tricolore, ciò non significa che non sia pronto ad innovare egregiamente il proprio sound.
"Between The Lines", prima traccia dell’album, è infatti una brutale sfuriata thrash ed hardcore che incanala nei propri chakra anche – ben sintetizzati – elementi modern metalcore, e lo stesso si può dire della successiva "The Politics".
Parti tipicamente core sono udibili anche in "Pyre of Fire" (da cui è stato tratto anche un videoclip) e "The Distance", mentre "Ending Profecies" esula dallo stilema consueto della band: i primi quattro minuti rientrano nel classico thrash da pogo e mosh, per poi sfociare in una lenta sinfonia acustica, ricca di atmosfere pesanti e cupe, trasudanti di pathos ed estasi.
La campana conclusiva di "Ending Profecies" segna e contraddistingue anche il nuovo piglio che l’album prende a partire da "Bones", dalle cupe atmosfere post-downiane; infatti, per quanto sia un pezzo puramente thrash, "Again And Again" ha, in un certo qual modo, un retrogusto postmoderno e malato, come "Deep Infection" e "Sick And Tired".
La traccia conclusiva si intitola "A Moment of Truth", ideale deus-ex-machina posto a conclusione dell’album, che vede un cambio stilistico pauroso, più vicino al southern rock ed ai chitarrismi settantiani che alla tensione thrash dei quattro metallari milanesi.
Ulteriore sorpresa: il coro in ghost track è tratto da “Fracchia La Belva Umana”, del regista Neri Parenti.
Croce e delizia dei thrasher italiani ed internazionali, “The Seed Of Foolishness” è il disco che permette ad ogni musicofilo di affermare con piena convinzione e credibilità: una scena italiana esiste.
E spacca il mondo.

Track by Track
  1. Between The Lines 85
  2. The Politics 80
  3. Pyre Of Fire 80
  4. The Distance 80
  5. Ending Prophecies 75
  6. Bones 85
  7. Again And Again 90
  8. Deep Infection 70
  9. Sick And Tired 75
  10. A Moment Of Truth 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 95
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
84

 

Recensione di GulloBM » pubblicata il 19.06.2013. Articolo letto 1921 volte.

 

Articoli Correlati

News