Year Of The Goat «Angels' Necropolis» (2012)

Year Of The Goat «Angels' Necropolis» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
22.04.2013

 

Visualizzazioni:
425

 

Band:
Year Of The Goat
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Year Of The Goat [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Year Of The Goat

 

Titolo:
Angels' Necropolis

 

Nazione:
Svezia

 

Formazione:
Pope mellotron,vocal
Thomas Sabbathi vocals, guitar
Per Broddesson guitar
Don Palmroos guitar
Tobias Resch bass
Fredrik Hellerström drums

 

Genere:
rock

 

Durata:
50' 36"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
07.12.2012

 

Etichetta:
Ván Records
[MetalWave] Invia una email a Ván Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ván Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ván Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Ván Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Infektion PR
[MetalWave] Invia una email a Infektion PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Infektion PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Infektion PR

 

Recensione

"Year of the goat" sono una band Svedese formata da sei elementi che dal loro look farebbero pensare ad una band Death e che invece suonano un interessante Rock caratterizzato da suoni corposi e potenti, che sarà poi il marchio di fabbrica di questo lavoro. "Angels’ Necropolis" è il loro nuovo lavoro pubblicato per la "Van Records" che continua a proporre alla critica musicale band interessanti. Otto brani per una durata di circa cinquntatre minuti con due brani della durata di dieci minuti l'uno e due brani strappalacrime come Angel's Necropolis e Voice of Dragon ( buona l'idea per questa ultima song di impiegare tappetti di tastiere in sottofondo), songs che a mio avviso stanno bene per spezzare un pò tutta l'adrenalina che viene sprigionata in questo cd. Tecnicamente ogni singolo musicista fa il suo dovere bella la voce che ricorda vagamente Axl Rose (Guns 'n Roses) o Sebastian Bach ( Skid Row ) le chiatarre e il basso dialogano insieme molto bene ed i cori sono stati inseriti nei giusti punti senza strafare ed arricchire il cd. Quello che mi convince poco in questo "Angels’ Necropolis" è la batteria nella scelta del suono generale, molto retro troppo gonfiata che viene troppo fuori dal tutto rasentando la sovrapposizione di questa alla voce. Ma il cd nel complesso è un buon lavoro, orecchiabile fino in fondo e che non stanca mai. Consigliato a tutti.

Track by Track
  1. For The Kings 70
  2. Angels’ Necropolis 65
  3. Spirits Of Fire 75
  4. A Circle Of Serpents 70
  5. Voice Of A Dragon 65
  6. This Will Be Mine 80
  7. I’ll Die For You 70
  8. Thin Lines Of Broken Hopes 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Led » pubblicata il 22.04.2013. Articolo letto 425 volte.

 

Articoli Correlati

Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.