Gold «Interbellum» (2012)

Gold «Interbellum» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
21.04.2013

 

Visualizzazioni:
558

 

Band:
Gold
[MetalWave] Invia una email a Gold [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Gold [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Gold [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Gold

 

Titolo:
Interbellum

 

Nazione:
Olanda

 

Formazione:
Milena Eva-Voice
Thomas Sciarone-Guitar
Nick Polak-Bass
Igor Wouters-Drum

 

Genere:
heavy metal/hard rock

 

Durata:
38' 44"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
07.12.2012

 

Etichetta:
Ván Records
[MetalWave] Invia una email a Ván Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Ván Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Ván Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Ván Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Infektion PR
[MetalWave] Invia una email a Infektion PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Infektion PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Infektion PR

 

Recensione

Nove brani per una durata di circa 40 minuti questi i dati tecnici di "Interbellum" l'ultima fatica dei Gold pubblicata per la label "Van Records" . La band olandese, suona un genere che viene definito dagli addetti ai lavori Rock contemporaneo. La bella voce di Eva riesce ad accompagnare molto bene il resto della band che eseguono con buona tecnica i nove brani, infatti la caratteristica di Eva è quella di dare dinamica alla voce sia quando sale di tono che quando rimane bassa il tutto contornato da buone linee di cori. Il cantato di "Gone Under" mi ricorda molto specie negli alti una delle voci femminili di culto quali "bjork". Il quintetto Olandese sà il fatto suo perchè riesce a dare un'impronta a questo lavoro molto leggera, là dove per leggera intendiamo quell'impronta che non stanca l'ascoltatore, nonostante in alcuni brani ci sono i classici assoli di chitarra mai troppo complessi e della giusta durata. ALtra nota importante nessun brano ha lo steso attacco e questo è fondamentale. A testimonianza di un buon lavoro ben riuscito possodire che all'ascolto non mi viene in mente nessuna band dunque credo ci sia una buona dose di originalità. Medicine Man è una buona ballata con cambi di linee melodiche che non possono non colpire in positivo l'ascoltatore. Dunque Quaranta minuti di buona musica, rilassante, piacevole all'ascolto, un'ulteriore conferma che questa band ha del buono.

Track by Track
  1. One of us 70
  2. Antebellum 65
  3. Love, the magician 75
  4. Gone under 65
  5. Dreams 70
  6. North 70
  7. Medicine man 80
  8. The hunt 70
  9. Ruby 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
70

 

Recensione di Led » pubblicata il 21.04.2013. Articolo letto 558 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.