Album «Zephaniah» (2013)

Album «Zephaniah» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Led »

 

Recensione Pubblicata il:
21.04.2013

 

Visualizzazioni:
546

 

Band:
Album

 

Titolo:
Zephaniah

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
guitar + vocals - Winfield Dray
bass + vocals - Jason Hopkins
drums - Josh Hopkins
synthesizer - Jason Conrad

 

Genere:

 

Durata:
19' 6"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
11.01.2013

 

Etichetta:
High Roller Records
[MetalWave] Invia una email a High Roller Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di High Roller Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Pure Steel Promotion
[MetalWave] Invia una email a Pure Steel Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Pure Steel Promotion

 

Recensione

Gli "Album" sfornano un EP di quattro brani dall'omonimo titolo per la "High Roller Records" . La band originaria dell'OHIO con il suo stile di musica richiama band di culto come i primi Metallica ai tempi di Master of puppets distaccandosi da questi con l'uso nel loro cd di campionamenti e suoni d'atmosfera. Un Metal senza troppe pretese, semplice lineare con classici assoli nella parte centrale del brano . Dunque una linea di composizione "scontata" ma la buona tecnica dei singoli musicisti rende nel complesso questo cd piacevole all'ascolto. "Prologue" è il brano iniziale composto da una lirica parlata accompagnata da una chitarra pulita una sezione di fiati ed ognitanto muri di chitarra. un buon tiro in modalità train grazie all'esecuzione della doppia cassa che da la senzazione di un treno in corsa. Si prosegue con "Shout of the Warrior" una song potente con ritmiche eseguite in modalità train grazie al buon dialogo tra chitarre e doppia cassa ed anche qui l'uso di campionamenti rende il tutto originale. "Ballad of Zephaniah" è il terzo brano di questo cd con una linea di basso ed una cadenza che mi ricordano tanto i "primus"nella loro dimensione più lenta e questo EP si chiude poi con "When Nations Collide" uno dei più classici brani metal con linee di chitarre che s'intrecciano a voler disegnare muri potentiil tutto sapientemente amalgamato con rif di batteria che non sono niente di che ma che almeno fanno il loro dovere e questo alla fine è quello che conta. Gli"Album" non mi hanno impressionato perchè fanno un Metal molto elementare senza essere mostruosamente tecnici come se avessero paura ad osare di più. Ma credo che questa sia una buona soluzione per non rischiare di cadere nel ridicolo o nell'errore osando di più.

Track by Track
  1. Prologue 50
  2. Shout of the Warrior 50
  3. Ballad of Zephaniah 50
  4. When Nations Collide 50
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 55
  • Qualità Artwork: 45
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
51

 

Recensione di Led » pubblicata il 21.04.2013. Articolo letto 546 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.