Astronomikon «Dark Gorgon Rising» (2013)

Astronomikon «Dark Gorgon Rising» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Elbereth »

 

Recensione Pubblicata il:
30.03.2013

 

Visualizzazioni:
806

 

Band:
Astronomikon
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Astronomikon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Astronomikon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Astronomikon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Astronomikon [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Astronomikon

 

Titolo:
Dark Gorgon Rising

 

Nazione:
Cipro

 

Formazione:
Paris Lambrou - Bass
Nicholas Leptos - Vocals
Stefan Dittrich - Guitars
Sokratis Leptos - Guitars

 

Genere:
Heavy Metal

 

Durata:
57' 12"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
15.02.2013

 

Etichetta:
Pure Legend Records
[MetalWave] Invia una email a Pure Legend Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Pure Legend Records

 

Distribuzione:
AMAdea Music Inc.
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di AMAdea Music Inc.
Bertus
[MetalWave] Invia una email a Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Bertus [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Bertus
Sound Pollution Distribution
[MetalWave] Invia una email a Sound Pollution Distribution [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sound Pollution Distribution

 

Agenzia di Promozione:
Pure Steel Promotion
[MetalWave] Invia una email a Pure Steel Promotion [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Pure Steel Promotion

 

Recensione

Perseo, Medusa, Pegaso e il gigante, Andromeda, la mia attenzione è già vostra.

I ciprioti Astronomikon con l’album d’esordio “Dark Gorgon Rising” ci accompagnano in un suggestivo viaggio nell’universo mitologico ellenico a suon di classic power di matrice indubbiamente maideniana con piacevoli inserti orientaleggianti (“Anatolia” e “A Sad Day in Argos” in primis) alla Arryan Path, da cui provengono Nicholas Leptos e Paris Lambrou, rispettivamente vocalist e bassista.

Dodici tracce che trasudano epicità, dalle melodie immediate ed energiche, tappeti di tastiere che aprono la strada a riffing e assoli a sei corde efficaci e ben costruiti.
Complice anche un ottimo lavoro della componente vocale dalla timbrica per niente anonima e dall’estensione abbastanza ampia, l’album scorre veloce; nonostante non siano portatori di innovazioni radicali, anzi, i quattro musicisti mediterranei sono un bell’esempio di quanto possa ancora dare un genere in cui sembra ormai sia stato scritto tutto.

Il lavoro degli Astronomikon deve sicuramente migliorare per alcuni aspetti ma le basi ci sono tutte, ne resterete piacevolmente impressionati.

Track by Track
  1. Ad Aspra Per Aspera 75
  2. Anatolia 80
  3. Son of Seriphos 80
  4. Witch Hunter 70
  5. The Spell I'm Under 80
  6. Dramatis Personae 70
  7. Dark Gorgon Rising 75
  8. Bloodborn 70
  9. The Stone Abomination 70
  10. For You I Will Die Young 75
  11. A Sad Day At Argos 75
  12. Perseas Eurymedon 70
  13. S.V.
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
74

 

Recensione di Elbereth » pubblicata il 30.03.2013. Articolo letto 806 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.