Nibiru «Caosgon» (2013)

Nibiru «Caosgon» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
11.03.2013

 

Visualizzazioni:
2111

 

Band:
Nibiru
[MetalWave] Invia una email a Nibiru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nibiru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nibiru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Nibiru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Nibiru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina SoundCloud di Nibiru [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di Nibiru

 

Titolo:
Caosgon

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Ardath :: vocals, guitars
RI :: bass, liturgic organ
Siatris :: drums, percussions

 

Genere:
Ritual Psychedelic Sludge

 

Durata:
43' 34"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
01.02.2013

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Nibiru sono una giovane creatura marcia e visionaria, nascono a Torino lo scorso anno in seguito allo split avvenuto all’interno dei Tronus Abyss (band che è passata da un singolare Medieval Black/Folk Metal ad un industrial Black Metal e con alle spalle diversi studio album per altro) ed hanno in sé tutte le caratteristiche per poter dire la loro nell’ambito musicale nel quale si ritrovano meglio, ovvero un fangoso, sporco, ritualistico Sludge Doom Metal mescolato con una psichedelia di prim’ordine e con chiari richiami al Drone.
Toglietevi dalla testa l’idea di aver a che fare con un progetto facilmente digeribile: non ve la caverete con pochi ascolti, a conti fatti chi non possiede l’orecchio allenato verso tali sonorità il tedio e l’insofferenza saranno i primi sintomi di un ascolto per forza di cose annoiato, chi invece è abituato o si riconosce nell’essere un fan di questo genere di onde sonore visionarie troverà pane per i propri denti, ve lo garantisco.
Se andate matti per Sunn O))), Earth, Deaf Center, Asva, Amen Ra ma anche per i più noti e giovani Abramakabra non potete eticamente lasciar passare inosservato “Caosgon”, composto da 5 tracce tutt’altro che brevi (“Smashanam, The Crematorium Ground Of Kaly” supera i 18 minuti e “Invokation IV - Heru-Khentan-Maati” non si accontenta certo di 10 minuti!).
I Nibiru sono un trio efficiente all’ennesima potenza: hanno registrato tutti i brani di “Caosgon” rigorosamente in presa diretta per preservare lo spirito e l’energia delle varie improvvisazioni cui sono legati stilisticamente (e si sente!) ma la macchina creativa continua la sua corsa: i testi sono stati generati in lingua enochiana, sicuramente un must per coloro che vogliono vivere una esperienza semi-trascendentale fatta di suoni e complessi, distorti, ricchi di quel fuzz che tanto ci piace, ambientazioni psichedeliche, malate e occulte con una batteria tutto sommato minimale ma allo stesso tempo dai canoni ricercati.
Bella prova davvero! Un inizio coi fiocchi ma –e qui mi rivolgo ad un potenziale pubblico- andateci davvero piano perché fanno male.

Track by Track
  1. Smashanam, The Crematorium Ground Of Kaly 70
  2. Aster Argos 75
  3. Invokation IV - Heru-Khentan-Maati 75
  4. Umbra Venefica 80
  5. Invokation I - The Acid Skull 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
73

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 11.03.2013. Articolo letto 2111 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.