Incite «All Out War» (2012)

Incite «All Out War» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
07.03.2013

 

Visualizzazioni:
911

 

Band:
Incite
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Incite [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Incite [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Incite [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Incite

 

Titolo:
All Out War

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Luis Marrufo :: Bass
Zak Sofaly :: Drums
Dis :: Guitars
Richie Cavalera :: Vocals

 

Genere:
Thrash/Groove Metal

 

Durata:
42' 54"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
20.11.2012

 

Etichetta:
Minus Head Records
[MetalWave] Invia una email a Minus Head Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Minus Head Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Minus Head Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Minus Head Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Minus Head Records
Graviton Music Services
[MetalWave] Invia una email a Graviton Music Services [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Graviton Music Services [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Graviton Music Services [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Graviton Music Services [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Graviton Music Services [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Graviton Music Services

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Nee-Cee Agency
[MetalWave] Invia una email a Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Nee-Cee Agency [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Nee-Cee Agency

 

Recensione

Pare che figli e figliastri di Max Cavalera in questo period si stiano dando alla pazza gioia artistica. Sarà genuina, o solo voglia per i figli di cercare di essere come il padre? Beninteso, di provarci ne hanno tutto il diritto.
Beh, ciò che vi posso dire è Richie Cavalera è ora arrivato al suo secondo album con questa band, gli Incite, che propone 10 tracce senza fronzoli di ciò che loro sarà groove thrash, ma che per me è molto spesso nu metal. Sul serio: non ci sarà il rapper che ogni tanto fa capolino, ma l’andamento e i riffs delle canzoni per me approdano spesso su quei lidi, fatte salve poche eccezioni. Non che questo sia un handicap per carità, ma “All out war” è un disco che punta tutto sull’immediatezza, sulla commercializzazione del sound, sull’orecchiabilità e poco altro importa. I brani migliori sono messi tutti in apertura, con “The aftermath” canonica ma non male, “4ever loko” un po’ annacquata ma ancora passabile, la migliore e più personale, “Feel the flames” con un main riff inconsueto, e il resto non dico che fa solo volume ma quasi, con le sole “Die Alone” e “Departure” a rialzare le sorti di un disco tormentato dai molti filler. L’unica canzone che merita un’altra menzione è “Hopeless”, che sarà anche stata scelta come singolo, ma che trovo arrangiata e prodotta in maniera decisamente troppo catchy e che lascia poco come ricordo. Certo, raramente il cd sbaglia, come per “Consequences of life”, un brano che sembra avere idee melodiche anche carine ma arrangiate sommariamente, ma a parte i brani di testa, come detto, non c’è stato spazio per molto altro. Secondo me, volutamente.
Il voto finale non è una bocciatura perché oggettivamente questo disco non è male, e però a parte “Feel the flames” io non ho sentito altri brividi lungo la schiena, e troppo spesso mi sono imbattuto in dei filler che mi hanno convinto a non dare un voto più alto di quello scritto là sotto, ovvero una sufficienza quasi politica. Se siete fanatici del nu metal (ma ne esistono ancora?), date pure un ascolto a questo cd, anche se non so se riuscirà a convincervi più di qualche nome storico di questo genere, o del groove thrash o del metalcore.

Track by Track
  1. The aftermath 65
  2. 4ever loko 60
  3. Feel the flames 70
  4. Hopeless 60
  5. Retaliation 55
  6. Exposed 60
  7. Nothing remains 55
  8. Die alone 65
  9. Consequences of life 55
  10. Departure 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
62

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 07.03.2013. Articolo letto 911 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.