The Wakedead Gathering «Dark Circles» (2012)

The Wakedead Gathering «Dark Circles» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Carnival Creation »

 

Recensione Pubblicata il:
27.02.2013

 

Visualizzazioni:
448

 

Band:
The Wakedead Gathering
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di The Wakedead Gathering [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di The Wakedead Gathering [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina BandCamp di The Wakedead Gathering

 

Titolo:
Dark Circles

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Andrew Lampe :: vocals, instruments

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
21' 12"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
16.10.2012

 

Etichetta:
I, Voidhanger Records
[MetalWave] Invia una email a I, Voidhanger Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di I, Voidhanger Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di I, Voidhanger Records [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di I, Voidhanger Records

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

EP nuovo di zecca per il progetto solista del multistrumentista Americano Andrew Lampe che continua a cantarsela e suonarsela tutto da solo. Se il dischetto rappresenta una nuova produzione de Lampe di certo questo non si può dire dei contenuti che vanno a formare questi 21 minuti e poco più, costituiti da un Death Metal ossequioso della vecchia scuola che nulla offre di nuovo e nulla toglie a ciò che potete già ben immaginare.
Ormai si ascoltano release Death Metal old-school quasi tutti i giorni e provenienti da ogni angolo del globo, certamente gli stili appaiono differenti ma siamo ben lungi da poter anche solo pensare di trovarci di fronte a della musica originale. Anche nel caso di questo piccolo “Dark Circles” la questione non cambia di una virgola se non che va apprezzato perlomeno tutto il lavoro che c’è stato in fase si registrazione, mixaggio (anche se molto sporco e ricco di spigoli a mio avviso), etc. da parte dell’artista americano ivi presentato. Il mio rispetto va principalmente a questo ma per quanto riguarda i singoli brani posso scrivere positivamente in parte poiché non tutto mi è parso convincente: ci sono momenti rappresentati da “Inhale The Eclipse” o dalla title-track che sembrano usciti direttamente dai primi anni novanta ma che sono in sostanza stuzzicanti e costruiti decentemente, al resto delle tracce do una sufficienza per l’intenzione generale ma nulla di nuovo dal fronte e mi rendo ben conto che la cosa sia voluta ma per emergere dal mucchio occorre molto di più.
Buono per un pubblico underground al momento. Staremo a vedere cosa si muoverà per il futuro.

Track by Track
  1. Lexicon Transudae - Conjuring The Altered Void 60
  2. Dark Circles 65
  3. In The Midst Of The Tranquil Sphere 60
  4. Mortuus Maculae 60
  5. Inhale The Eclipse 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 60
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
63

 

Recensione di Carnival Creation » pubblicata il 27.02.2013. Articolo letto 448 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.