Fate Unburied «Dehumanized Society» (2012)

Fate Unburied «Dehumanized Society» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Karmator »

 

Recensione Pubblicata il:
12.02.2013

 

Visualizzazioni:
1485

 

Band:
Fate Unburied
[MetalWave] Invia una email a Fate Unburied [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Fate Unburied

 

Titolo:
Dehumanized Society

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Yari Ricco - Vocals, Rhythm Guitar
Riccardo Babbolin - Lead Guitar
Davide Polato - Bass Guitar
Giorgio Piva - Drums

 

Genere:
Death Metal

 

Durata:
19' 0"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
13.10.2012

 

Etichetta:
Autoproduzione

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Ci troviamo a Vicenza per ascoltare il debutto dei Fate Unburied con il loro "Dehumanized Society", EP di 4 interessanti tracce per un totale di circa 20 minuti di musica. Da poco formatosi e freschi di line-up con Giorgio alla chitarra dal 2011 ci deliziano con un ottimo death metal vecchio stampo con influenze moderne ben calibrate e mai banali, toccando anche qualche piccola venatura di un ottimo metalcore. L'abilità del quartetto veneto si fa sentire in maniera costante suonando in modo eccellente e pulito sia le parti ritmiche che quelle soliste davvero ben strutturate. Nonostante sia un EP autoprodotto, è formidabile la qualità del suono, è quindi un piacere dietro l'altro ascoltarsi tutto di getto questo debutto. Massicce dosi di blast-beat e schemi musicali geometrici ci accompagnano durante l'opening track "Arise" per continuare verso più una svedese "Swarn". Si prosegue verso la sopracitata venatura metalcore con "Chimera" che però non risulta assolutamente scontata, anzi sono ammirevoli le numerose parti melodiche che da una parte ci fanno planare sul suolo americano e poco dopo su quello scandinavo. Toccano diversi stili senza nessun problema ponendoci dunque un debutto esemplare. Chiude questo EP la title track "Dehumanized Society" che riprende tutto ciò di quanto abbiamo detto lasciandoci con un ottimo retrogusto death nelle orecchie. Direi che meglio di così non ci si poteva presentare, quindi aspetto fiducioso il loro primo full-leght. Anche noi Italiani dunque possiamo contare sulle nuove leve che un giorno saranno protagoniste della scena metal internazionale.

Track by Track
  1. Arise 80
  2. Swarn 80
  3. Chimera 80
  4. Dehumanized Society 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
79

 

Recensione di Karmator » pubblicata il 12.02.2013. Articolo letto 1485 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.