Zaklon «Chornae Lis'ce» (2012)

Zaklon «Chornae Lis'ce» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Snarl »

 

Recensione Pubblicata il:
07.02.2013

 

Visualizzazioni:
532

 

Band:
Zaklon

 

Titolo:
Chornae Lis'ce

 

Nazione:
Bielorussia

 

Formazione:
Temnarod :: All instruments

 

Genere:
black metal

 

Durata:
57' 17"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
23.11.2012

 

Etichetta:
Gardarika Musikk
[MetalWave] Invia una email a Gardarika Musikk [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Gardarika Musikk [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Gardarika Musikk

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
Infektion PR
[MetalWave] Invia una email a Infektion PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Infektion PR [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Infektion PR

 

Recensione

Questo album della one man band Bielorussa Zaklon è la ristampa del secondo dei tre album fatti da Temnarod, unico componente di questa band. Questo “Chornae lis’ce” consiste di 6 canzoni più intro e outro ed è basilarmente un black metal con drum machine e qualità sonora buona, e composizionalmente classico, non fosse che per alcune marcate influenze depressive e ambient, come l’intro (che poi costituisce parte integrante dell’album, visto che dura 6 minuti e mezzo) testimonia.
Di lì a poco, la direttrice musicale del progetto Zaklon è chiara: un black metal che deve la sua esistenza ai primi Ulver e a Burzum, con prevalenza per i primi, e per la verità sulle prime il disco non convince granché, sa di già sentito anche se gradevole ma non particolarmente appassionante, però col passare dei minuti la situazione migliora e allora affiorano le carte vincenti di Zaklon, che ha in questo disco i suoi punti di forza costituiti dalla quarta canzone, violenta eppure struggente, dalla sesta canzone, dotata di un ottimo crescendo, dalla settima, più tipicamente depressive, e dalla conclusiva penultima canzone (l’ultima è un outro) solenne e austera, con un tangibile senso di tragicità.
Un disco semplice semplice e diretto, con alcuni punti positivi (quelli citati) e nessun punto negativo, se non quello di non essere affatto una band innovativa o che cerca di fare una musica che possa uscire dallo stilema del black metal. Gradevole e tranquillamente acquistabile dagli amanti del genere, ma non credo che qualcun altro potrebbe considerarlo interessante. Un buon ascolto non fa mai male tuttavia.

Track by Track
  1. Chornae Lis'ce (Black Foliage) 65
  2. Naval'nica (A Thunder-Storm) 65
  3. Praklion Dy Pagarda (A Damnation And Contept) 65
  4. Cyamrychnae Taemstva (Gloomy Sacrament) 70
  5. Pryvidy Pa Nad Drygvoy (Phantomps Over The Swamp) 65
  6. Amyarc'ven'ne (Dying) 70
  7. Golas Kryvi (A Call Over The Blood) 70
  8. Spynyaecca Kola Zhyc'cya... (The Life Wheel Stop...) 75
  9. Syhod (An Outcome) 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 55
  • Tecnica: 65
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Snarl » pubblicata il 07.02.2013. Articolo letto 532 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.