Rexor «Infernum Dominium» (2005)

Rexor «Infernum Dominium» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Heresy »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1047

 

Band:
Rexor
[MetalWave] Invia una email a Rexor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Rexor [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Rexor

 

Titolo:
Infernum Dominium

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Hate - voce
Andras - chitarra
Irae - chitarra
Aza - batteria
Lupus - basso

 

Genere:

 

Durata:
16' 0"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2005

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Rexor da Prato sono l'ennesimo gruppo di cattivissimo intransigente black metal anticristiano ecc. ecc. Detta così sembra messa un po' maluccio, ma in realtà i nostri dimostrano di saperci fare. Purtroppo il demo mi è arrivato senza bio e quindi non so dirvi se questo sia il primo lavoro in studio dei cinque o meno, e tra l'altro il gruppo non ha neanche un sito Internet. Dopo un intro inutile abbiamo quattro tracce di black sparatissimo di influenza svedese, alla Marduk per intenderci, anche se si sente anche qualcosa degli Immortal, la produzione e il mixaggio consentono di sentire tutti gli strumenti e per quanto un disco di questo genere possa tendere a una inevitabile derivatività i Rexor - udite udite - delle buone idee ce le hanno, e soprattutto ho trovato i pezzi piuttosto coinvolgenti e dinamici, senza che mai vengano a noia, grazie anche alla durata mai eccessiva. Buono lo screaming di Hate e preciso ed efficiente il lavoro della sezione ritmica. Ok, certi riff magari possono sapere di già sentito, ma non penso sia questo il punto. In certi passaggi i nostri rallentano un po', come nel break centrale di "In the forgotten depth", e queste parti per fortuna sono piuttosto riuscite! La conclusiva "Lucifer - the majestic king of darkness", della durata di ben sei minuti, è a mio avviso il pezzo meglio riuscito del disco, davvero bella e trascinante nel suo incedere.
In definitiva, un onesto dischetto di raw black metal, nulla da far gridare al miracolo ma, anche se la durata è troppo esigua per potersi fare una chiara idea della band, i fan del genere possono trovarvi pezzi interessanti, e questo è quello che conta. Voto di incoraggiamento.

Track by Track
  1. Coming of mystic darkness - Intro 60
  2. Antichristian manifesto 75
  3. Satan's legion 70
  4. In the forgotten depth 70
  5. Lucifer - the majestic king of darkness 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 65
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 50
  • Tecnica: 60
Giudizio Finale
66

 

Recensione di Heresy » pubblicata il --. Articolo letto 1047 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.