Infernal Poetry «Beholding The Unpure» (2005)

Infernal Poetry «Beholding The Unpure» | MetalWave.it Recensioni Autore:
NDE »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1383

 

Band:
Infernal Poetry
[MetalWave] Invia una email a Infernal Poetry [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Infernal Poetry [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Infernal Poetry [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Infernal Poetry [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Infernal Poetry [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Infernal Poetry

 

Titolo:
Beholding The Unpure

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Paolo Ojetti - Vocals
Daniele Galassi - Guitar
Christian Morbidon - Guitar
lessandro Infusini - Bass

 

Genere:

 

Durata:

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2005

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Secondo album studio per gli anconitani Infernal Poetry, (nella loro discografia anche uno split con i nostrani Dark Lunacy). Non e' facile recensire lavori del genere, quando hai davanti un disco di queste proporzioni tutto e' piu' complicato. La mia gioia piu' grande e' vedere che anche miei connazionali sono capaci di sfornare lavori ingrado di mettere in crisi grandi nomi. Sinceramente penso che questo lavoro sia molto piu' maturo e curato di molti dischi coniati da big del settore! Siamo davanti ad uno sfoggio di tecnica e potenza, ricercatezza di suoni e arrangiamenti maniacali. La prima track "i alwayas lay beneath" ci fa capire bene su che linea camminano i nostri e che sviluppi avranno le prossime tracce. Non ci sono pause di riflessione in questo disco,devastazione senza esclusione di colpi, mai banale, mai ripetitivo e sopratutto non annoia l'ascoltatore. C'e' una concezione di songwriting sopra le righe. La produzione e' davvero ottima e il sound rende giustizia alle song. L'artwork e' curatissimo nei dettagli e il cd contiene anche il video-clip di "Hellspown". Insomma non sono riuscito a trovare punti negativi in questo lavoro e sono davvero contento. Qualcuno li ha paragonati a nomi grossi della scena, io non mi sento di farlo perche' trovo che sarebbe meglio che per una volta i nostri colleghi dell'estero vengano paragonati ad un grande gruppo italiano come gli Infernal Poetry. Alla fine del disco troviamo una chicca :la cover di "Fear Of the Dark" dei nostri amati Iron Maiden. L'interpretazione č di altissimo gusto ed e' un piacere ascoltare un classico dell'heavy metal suonata in chiave death. Ora il lavoro di supporto lo dovete fare voi metallari italiani, cominciate a comprare qualche disco italiano in piu'invece di spendere la vostra "paghetta" per comprare dischi merdosi solo perche' portano un blasone sopra! Per la cronaca Gli Infernal Poetry apriranno la Compilation di MetalWave presto in uscita!

Track by Track
  1. I Alwayas Lay Beneath 80
  2. Crawl 85
  3. The Unpurifier 80
  4. The Frozen Claws of Winter 80
  5. Insane Vein Invading Inner Espaces 80
  6. Fleshapes 85
  7. The Punishment 80
  8. Blood Spilled for a Spell 85
  9. Fear of the Dark 90
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 90
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
84

 

Recensione di NDE » pubblicata il --. Articolo letto 1383 volte.

 

Articoli Correlati

News
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.