Explorer «Sober Deserve To Die» (2011)

Explorer «Sober Deserve To Die» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Barbaro »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1751

 

Band:
Explorer
[MetalWave] Invia una email a Explorer [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Explorer [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Explorer

 

Titolo:
Sober Deserve To Die

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Billi - Voice
Jack - Guitar
Gamberone - Bass
Niki - Drums

 

Genere:

 

Durata:
30' 8"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Explorer sono un gruppo emiliano che suona un thrash onesto e marcio. Senza fronzoli e con tematiche che riportano spesso ai bei dischi dei Tankard: alcol e sesso.
I suoni, come gli intenti, sono diretti, chiari; la sezione ritmica e’ prepotente e quella melodica poggia su tempi veloci e serrati .L’apertura e’ affidata a Evil of the Drugs, dove subito si apprezzano le qualita’ della voce di Billi che in alcune parti assume un’acidita’ che ricorda molto quella di Mustaine quando ha voglia di cantare; non so se e’ una coincidenza ma le influenze dei Megadeth si sentono infatti anche nella successiva Bitch, soprattutto nell’intro delle percussioni.
The Shark, nonostante sia immediato e molto impattante, non e’ a mio parere all’altezza degli altri pezzi, e’ serrato veloce, ma non graffia e rimane quasi anonimo.
E’ notevole la realizzazione di M.I.L.F. dove un vizioso intro di chitarra da’ il via a un pezzo le cui tematiche si possono facilmente intuire dal titolo. Bello anche l’incipit di Love Beer: basso e batteria forsennati che danno il tempo a un pezzo davvero divertente. Si va in crescendo poi con Strategy of Terror pezzo che a tratti ricorda altri brani gia’ suonati ma che comunque soddisfa.
Explorer e’ una bandiera, un motto e un inno che quelli per bene la chiamerebbero biglietto da visita sia per come suona sia per cio’ che il testo racconta.
La chiusura e’ affidata a un altro pezzo soddisfacente Beer of Death, brano che io vedrei molto bene in chiusura di uno show dal vivo del gruppo. Show che spero si realizzi presto perche’ sono certo che non deluderebbe.
In definitiva, come ho detto sopra, gli Explorer non portano niente di nuovo ma quello che portano lo suonano bene e vi assicuro che fa divertire.

Track by Track
  1. Evil of the Drugs 65
  2. Bitch 65
  3. The Shark 65
  4. MILF 70
  5. Love Beer 70
  6. Strategy of Terror 70
  7. Explorer 75
  8. Beer of Death 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 65
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
71

 

Recensione di Barbaro » pubblicata il --. Articolo letto 1751 volte.

 

Articoli Correlati

News
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.