M.I.L.F. «Happy Milf» (2012)

M.i.l.f. «Happy Milf» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1567

 

Band:
M.I.L.F.
[MetalWave] Invia una email a M.I.L.F. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di M.I.L.F. [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di M.I.L.F.

 

Titolo:
Happy Milf

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Alessandro Di Fabrizio :: Vocals, Guitars
Carlo Neri :: Drums
Artista Sadico :: Session Sound Effects

 

Genere:

 

Durata:
15' 39"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2012

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Mi riesce piuttosto naturale chiedermi cosa avrebbero pensato il M° Karlheinz Stockhausen e il M° John Cage dei M.I.L.F. se non fossero passati ad altra vita; credo che probabilmente avrebbero accolto con entusiasmo questo giovane progetto italiano che chiede svariati ascolti per essere compreso e che, al primo ascolto, suscita una sorpresa dietro l’altra.
Se mi riesce naturale pormi il quesito di cui sopra, non posso dire lo stesso di una potenziale catalogazione della musica di questo gruppo dal moniker stupendamente provocatorio e degno dei migliori siti porno in circolazione. E’ difficile e quasi impossibile trovare un appiglio certo per classificare ciò che compone questi eccezionali quindici minuti di un disco che, sebbene molto corto, lascia un segno indelebile a chiunque lo ascolti e a tutte quelle persone con la mentalità molto aperta musicalmente.
Dire che il duo sperimenta è riduttivo esattamente come dire che produce musica sperimentale. C’è veramente di tutto all’interno di queste folli sei tracce. Mathcore, Jazz, Ambient, Funk, Fusion, Noise, incursioni psichedeliche pazzesche, Progressive ..Rock (?), Metalcore, continui stop ‘n’ go, cambi improvvisi di realtà, repentine derealizzazioni di atmosfere e sostanziali depersonificazioni che portano da tutt’altra parte e senza avvertimento. La band si auto-definisce “PornJazzAcidCore” e chiunque potrebbe pensare ad un gruppo che taglia e cuce a piacimento e che di essenza possiede ben poco, del resto chiunque sarebbe capace e compiaciuto di cambiare a piacimento genere per diverse volte all’interno di una composizione ma senza togliere quei fastidiosi grumi di mancanza di scheletro. E invece i M.I.L.F., oltre che di genialità vantano anche una produzione affidata ad Artista Sadico, grande esperto che valorizza le sonorità sporchissime ma senza relegarle al Lo-Fi, inoltre inserisce dei fiati acidissimi e potenti in “Busty Japanese” (titolo esilarante per altro!) gettando la composizione in un apparente caos esistenziale degno di un attacco di panico di proporzioni mostruose. Non mancano dolcezza né landscapes di buona fattura (la title-track “Happy Milf “).
In sostanza, all’intero di “Happy Milf”, tutto sembra ogni cosa e ogni cosa cerca in modo violento di sembrare “tutto”. Un disco corto, intenso, folle, visionario e posso dire con certezza che fa diventare scemi! Ci piace!

Track by Track
  1. Squirt 80
  2. James Bondage 75
  3. Happy Milf 75
  4. Busty Japanese 85
  5. Josè 85
  6. Heather Brooke Is My Co-Pilot 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 85
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
80

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 1567 volte.

 

Articoli Correlati

News
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.