Sidus Tenebrarum «Dimlight» (2004)

Sidus Tenebrarum «Dimlight» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Soulforged »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
831

 

Band:
Sidus Tenebrarum
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Sidus Tenebrarum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Sidus Tenebrarum [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Sidus Tenebrarum

 

Titolo:
Dimlight

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giulio :: voce
Santa :: chitarra
Dezo :: basso
Belloz :: batteria

 

Genere:

 

Durata:
25' 0"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

I Sidus Tenebrarum vengono da Pordenone e sono nati nel 2000 per mano di Belloz e Santa. Propongono un Black/Thrash a tratti debitore alle tre glorie thrash tedesche (per i marziani e per chi ha sbagliato genere stiamo parlando di Sodom, Kreator e Destruction). Questo Dimlight si presenta come una demo ma non sfigurerebbe come minicd autoprodotto vista la qualità dei pezzi inclusi e il songwriting maturo. Il primo pezzo Last Vision of a Dying World ci spara in faccia una scarica di pugni grazie al massiccio riff iniziale che sfocia nella sfuriata di Belloz alla batteria, e introduce il brano, che presenta una struttura varia, tra mid-tempo e parti più cavalcate. Nella successiva Crusade si rallenta un po’ ma senza influire sulla durezza, con in bella mostra lo screma di Giulio. Book of Sorrow, il terzo pezzo del demo, parte con una galoppata e poi prende delle coordinate diverse, mantenendo un ritmo sostenuto. Si chiude con la lunga Black Light of my Sun, dove si intuiscono le ottime capacità compositive del gruppo. Degno di nota il poderoso riffing da parte di Santa. Ottima prova per i Sidus che dimostrano di avere buona tecnica e doti compositive non indifferenti, rendendo l’ascolto dei brani sempre piacevole e mai noioso. Complimenti ragazzi!!! La strada è quella giusta.

Track by Track
  1. Last Vision of a Dying World 85
  2. Crusade 80
  3. Book of Sorrow 85
  4. Black Light of my Sun 90
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 85
  • Qualità Artwork: 95
  • Originalità: 80
  • Tecnica: 90
Giudizio Finale
86

 

Recensione di Soulforged » pubblicata il --. Articolo letto 831 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.