Joyless Jokers «Taste of Victory» (2011)

Joyless Jokers «Taste Of Victory» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Zoro »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1063

 

Band:
Joyless Jokers
[MetalWave] Invia una email a Joyless Jokers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Joyless Jokers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Joyless Jokers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Joyless Jokers

 

Titolo:
Taste of Victory

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
THOMAS GIRARDELLO: BASS AND VOCALS
RUDY GIRARDELLO: GUITAR
JADER GIRARDELLO: KEYBOARDS
MICHELE BRUNETTI: GUITAR
MATTEO IOVERNO : DRUM

 

Genere:

 

Durata:
33' 0"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Tempo di debutto per i Joyless Jokers che, seppur “senza gioia”, suonano la loro musica con grinta e passione, sfornando un full lenght di Death moderno, vicino a Soilwork e pure a formazione più trasversali e vicine al mondo core, Darkest Hour su tutti. Aspettatevi dunque voci gutturali e ringhianti, ritmi di batteria mutevoli e di impietosa violenza, chitarre che si alternano tra riff cadenzati e rocciosi e gustosi assoli melodici, e una tastiera.
Una tastiera, strumento che accostato ad un genere come il death solitamente porta la mente ai bambini di Bodom, ma che qui occupa un posto a dir poco marginale, colorando di elettronica alcuni passaggi o facendo un timido capolino con alcuni effetti così in sottofondo da rischiare di venire ignorati ad un ascolto superficiale. Mi chiedo se il tastierista non si senta un po’ sminuito da un ruolo così marginale, e se una maggiore presenza di tastiere non avrebbe contribuito ad un arricchirsi del suono, o perlomeno da un assumere carattere.
In effetti, i brani del disco godono di un buon songwriting, ma soffrono di una forte mancanza di personalità, finendo per andare a comporre quel genere di musica che si ascolta molto volentieri ma che non riesce a colpire o a rimanere più di tanto impressa.
Ma basta con le critiche, i Joyless Jokers sono ottimi musicisti, le loro canzoni, anche negli episodi più convenzionali, sono sempre ben costruite, spesso dotate di un chorus semplice ma efficace (I’ll watch you Diiiie!!!), arricchito da una tastiera come si diceva prima minimalista ma non per questo inutile.
Tirando brevemente le somme quindi, un debutto che fa ben sperare per la carriera del gruppo, e che costituirà un passatempo degno di considerazione per gli aficionados del death svedese e i metalcore kids dotati di apertura mentale.

Track by Track
  1. Rain 65
  2. Murder in Me 70
  3. Scream 70
  4. Point of No Returne 60
  5. Whispers to Shadows 70
  6. Hopeless 65
  7. I'll Watch You Die 70
  8. Taste of Victory 65
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 75
  • Qualità Artwork: 75
  • Originalità: 60
  • Tecnica: 70
Giudizio Finale
68

 

Recensione di Zoro » pubblicata il --. Articolo letto 1063 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.