Not Above Evil «The Trascendental Signified » (2011)

Not Above Evil «The Trascendental Signified» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
709

 

Band:
Not Above Evil
[MetalWave] Invia una email a Not Above Evil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Not Above Evil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Not Above Evil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Not Above Evil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Not Above Evil [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina ReverbNation di Not Above Evil

 

Titolo:
The Trascendental Signified

 

Nazione:
Inghilterra

 

Formazione:
Sideeq Mohammed :: vocals, bass
David Gwynn :: guitars, vocals
Damien Levette :: guitars
Daniel Mucs :: drums

 

Genere:

 

Durata:
43' 59"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Non è passato nemmeno un anno da quando I Not Above Evil diedero alle stampe “Deification” che eccoli di nuovo sbucare nel panorama internazionale del metal estremo.
Sideeq Mohammed e soci proseguono la loro crociata nel segno del Melodic Death/Black sempre con rispetto dei canoni estetici provenienti da due mondi distanti seppur vicini concettualmente e riescono a costruire brani più che convincenti miscelando harsh vocals puramente Black Metal con lunghe e articolate composizioni derivanti sia dal Melodic Death che dal Melodic Black scandinavi riuscendo a pieno a compiere ciò che hanno in mente.

“The Trascendental Signified” è un disco modern, discreto e piacevole all’ascolto senza dubbio. Magari potrebbe leggermente annoiare e stufare le persone non molto allenate d’orecchio alla percezione di chitarre distorte ed equalizzate con molti alti squillanti e rumorosi ma è indubbio il fatto che il quartetto inglese è costituito da professionisti e, tanto alle ritmiche tanto agli originali riff, vanno le mie lodi.
Il potenziale di ogni brano si evince anche dal fatto che “The Trascendental Signified” è quasi completamente un disco di brani praticamente costruiti per offrire la loro massima resa durante una sede live per cui immaginate che ad un loro concerto non potrete di certo restare delusi, se sono presenti un service e fonici competenti.
L’unico episodio in cui si evince un significativo contrasto è “Nexus”, brano di gran lunga più misurato, quasi doomy, incentrato particolarmente sull’atmosfera che sulla potenza delle tracce precedenti e antecedenti.
Un altro buon disco partorito da un buon gruppo. Per fanatici e non solo.

Track by Track
  1. Crossroads 70
  2. Legion 70
  3. Capture The Dawn 70
  4. Against The Tides 75
  5. Nexus 65
  6. Death And Transformation 75
  7. As The Curtain Falls 70
  8. The Duel 75
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
71

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 709 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.