Carnal Rapture «Promo 2004» (2004)

Carnal Rapture «Promo 2004» | MetalWave.it Recensioni Autore:
BurdeN »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
610

 

Band:
Carnal Rapture
[MetalWave] Invia una email a Carnal Rapture [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Carnal Rapture [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Carnal Rapture

 

Titolo:
Promo 2004

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Emilio Trillò: voce/chitarra
Fabio Colucci: basso
Daniele Belardo: batteria

 

Genere:

 

Durata:
15' 0"

 

Formato:

 

Data di Uscita:
2004

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Veramente interessante questo promo dei Carnal Rapture che giunge dritto dritto a soddisfare i miei padiglioni auricolari alla continua ricerca di cose interessanti, originali, fresche e in continuo movimento, che ad ogni ascolto regalano all'ascoltatore (e al malcapitato scribacchino di turno) sempre un qualcosa di nuovo.
Tutto ciò che è stato scritto sino ad ora si riflette completamente nello scorrere di queste tre scheggie impazzite, dove è palese la lezione dei Meshuggah, attenzione ho detto Lezione, non plagio.
Continui flussi ritmici di stampo jazz/fushion invadono e colorano i brani di questo originalissimo promo fondamentalmente basato su un metal dagli schemi abbastanza estremi, date un'ascoltata alla seconda metà di Collecting Scars, vi saranno date tutte le delucidazioni del caso, le traccie qui presenti si avvalgono di una spiccata capacità tecnico/compositiva che si mette immediatamente in mostra, ma che contemporaneamente è intelligentemente messa al servizio della musica e non al cospetto dell'autocompiacimento fine a se stesso.
Come accennato prima, i Meshuggah sembrano aver giocato un ruolo decisamente importante nell'economia di questa band che con il passare del tempo sono sicuto riuscirà a canalizzare maggiormente le proprie composizioni in soluzioni più fluide e scorrevoli, con questo non intendo dire semplici e scontate ma sicuramente più snelle da troppa carne al fuoco che in alcuni momenti porta un'pò a strafare.
Un'altra nota di merito va fatta alla registrazione, effettuata egli studi di Giuseppe Orlando (Necrodeath, Stormlord ect.) che si rivela azzeccata, grezza e potente al punto giusto, non poteva essere altrimenti.
Complimenti, bene così.

Track by Track
  1. Next Darkest Dream 70
  2. Collecting Scars 75
  3. Data Promotional Stuff 70
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 80
Giudizio Finale
72

 

Recensione di BurdeN » pubblicata il --. Articolo letto 610 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.