Fiaba «L'Appiccato - Il Cappello Ha Tre Punte» (2011)

Fiaba ĞL'appiccato - Il Cappello Ha Tre Punteğ | MetalWave.it Recensioni Autore:
HeavyGabry »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
960

 

Band:
Fiaba
[MetalWave] Invia una email a Fiaba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Fiaba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Fiaba [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Fiaba

 

Titolo:
L'Appiccato - Il Cappello Ha Tre Punte

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Giuseppe Brancato - Voce
Bruno Rubino - Batteria
Giuseppe Capodieci - Basso
Massimo Catena - Chitarra
Carlo Bonfiglio - Chitarra

 

Genere:

 

Durata:
1h 9' 56"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

L'ambizione è una volontà di fare che rende possibile oltrepassare gli schemi di genere. Ne è la dimostrazione l'incontro tra i siciliani Fiaba e l'etichetta Jolly Roger Records, generalmente radicata nella promozione di heavy metal duro e puro. Ma questa "divagazione" ha un perché: i Fiaba avranno anche poco a che fare col metal (quasi nulla a dire il vero), ma la loro proposta è talmente particolare che non può restare ignorata, rischio da non escludere anche a causa delle date di pubblicazione originarie di entrambi i lavori (rispettivamente 1994 e 1996); ed è qui che si inserisce la label nostrana, proponendo una ristampa che comprende "L'Appiccato" e "Il Cappello Ha Tre Punte", che rappresentano l'inizio della longeva carriera dei Fiaba, tuttora attivi. Inutile soffermarsi in un'analisi track by track, ed altrettanto inutile sarebbe cercare di capire queste opere ascoltando solo dei pezzi isolati. Uso il termine opere perché sarebbe riduttivo parlare di dischi; siamo davanti a tentativi di creazione di arte lungimiranti e poco propensi ad essere limitati, sia sul piano meramente musicale che su quello esecutivo.
È il caso di chiarire cosa intendo, anche se raramente mi è così difficile e si tratterà appunto di una forte semplificazione: i Fiaba si tengono saldamente ancorati al progressive rock, inserendo molte incursioni acustiche dal sapore medievale, senza nascondere però (in più di un brano) un certo amore per il metal e l'hard rock, palese in certe ritmiche e distorsioni chitarristiche. Una base variegata su cui va ad inserirsi una voce che non è semplicemente un canto, ma una vera e propria recitazione, camaleontica a seconda dell'atmosfera del brano. Se dovessi scegliere il punto più riuscito di questo tipo di approccio direi che bisogna ascoltare "L'Omino Di Latta", dove la voce è cangiante più che mai e ci sono momenti quasi propriamente teatrali, ma nel contesto generale dell'opera non sarebbe sufficiente per capire.
Per ogni brano siamo di volta in volta di fronte a un registro diverso, sia strumentale che vocale, e questo rende possibile la comprensione solo con la pazienza di porsi di fronte all'interezza almeno di una delle due opere (magari 70 minuti tutti in un colpo potrebbero sembrare troppi ad un neofita della band...); ma bisogna anche sottolineare che il passaggio avviene sempre in modo naturale, e la sensazione è quella di trovarsi di fronte a dei capitoli di un libro che si susseguono uno ad uno, anche grazie all'uso di testi con riferimenti fantasy cantati in italiano (ma non solo, il testo di "Lo Spaventapasseri" ad esempio offre spunti di riflessione esterni alla sfera prettamente fantasy).
Un plauso quindi alla band per l'ottimo lavoro svolto finora, e alla Jolly Roger che ha deciso di ridare ai Fiaba la giusta visibilità. Se vi siete incuriositi, vi assicuro che sarete ripagati ampiamente con l'ascolto, se invece li conoscevate già e volevate procurarvi i loro primi lavori, questa è l'occasione per farlo!

Track by Track
  1. Il Richiamo Dello Stagno 75
  2. C'è Un Posto Nel Bosco 80
  3. Il Signore Dei Topi 75
  4. Lo Spaventapasseri 90
  5. Viene l'Angelo 80
  6. Il Fauno Bevve l'Acqua Dalla Sorgente 75
  7. I Sogni Di Marzia 80
  8. L'Omino Di Latta 90
  9. Turpino Il Mostro 75
  10. Il Cappello HaTre Punte 80
  11. La Rana Affogata 75
  12. Il Segreto Dei Giganti 75
  13. La Profezia 80
  14. Il Passo Della Gallina 75
  15. I Cento Stivali 75
  16. Hanno Ammazzato Il Drago 80
  17. Scerinnath Il Fiore Delle Bugie 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 100
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
80

 

Recensione di HeavyGabry » pubblicata il --. Articolo letto 960 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.