Elks «Destined For The Sun» (2011)

Elks «Destined For The Sun» | MetalWave.it Recensioni Autore:
carnival creation »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
324

 

Band:
Elks
[Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Elks [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Elks

 

Titolo:
Destined For The Sun

 

Nazione:
U.s.a.

 

Formazione:
Josh Scannell :: lead guitar, vocals
Devin McManus :: lead guitar, vocals
Don Stewart :: bass, vocals
Sean Adams :: drums

 

Genere:

 

Durata:
22' 11"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Quando si parla di Tee Pee Records si comunica nell'immediato il concetto di “musica fatta bene” e raramente una persona non superficiale trova delusione nelle release in cui questa seria etichetta crede da sempre.
Non fanno eccezione gli statunitensi Elks, promettente combo newyorkese nata nel 2006 e dedita ad un heavy-sludge metal sporco come un secchio dell'immondizia lasciato incustodito ma non per questo meno affascinante nello stile affrontato dai nostri.
Non è di casa Elks la mediocrità, di fatti la band affronta temi che azzarderei a definire fantascientifici combinati con un buon shoegaze in salsa totalmente psichedelica con qualche traccia di vecchio doom settantiano quasi minimalista per i riff, sarà per l'occhio sempre rivolto a sonorità addirittura stoner. Un po' mi ricordano degli Electric Wizard presi da un attacco di bad trip in una stanza dalle pareti nere.
I suoni sono curati nonostante tutto ma lasciano intendere che il quartetto adora i suoni sporchi per cui, tranne sulle voci (rabbiose ed incavolate in ogni attimo del disco), la produzione non sia stata interessata a pulire qua e là quelle due chitarre assassine e indiavolate che incendiano tutto l'ep, con un ottimo basso complice per altro. Nota di merito anche al batterista che ha saputo sottolineare ogni passaggio creando scompiglio qua e là con una batteria equalizzata più sui bassi che altro.
Un EP pieno di sorprese. Consigliatissimo.

Track by Track
  1. White Flag Learns To Hate 80
  2. Fall Of The Starchitect 80
  3. Two Moons Of Mars 70
  4. Destined For The Sun 80
  5. Eaters Of The Dead 75
  6. Weedwold 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 70
  • Qualità Artwork: 65
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di carnival creation » pubblicata il --. Articolo letto 324 volte.

 

Articoli Correlati

News
  • Spiacenti! Non sono disponibili altre notizie correlate.
Recensioni
  • Spiacenti! Non sono disponibili Recensioni correlate.
Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.