Assaulter «Crushed By Raging Mosh» (2011)

Assaulter «Crushed By Raging Mosh» | MetalWave.it Recensioni Autore:
theclairvoyant »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1341

 

Band:
Assaulter
[MetalWave] Invia una email a Assaulter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Assaulter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Assaulter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Twitter di Assaulter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Assaulter [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il canale YouTube di Assaulter

 

Titolo:
Crushed By Raging Mosh

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Enzo - voce, basso
Luca - chitarra
Paolo - chitarra
Rodolfo - batteria

 

Genere:

 

Durata:
25' 0"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2011

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Nati nel 2007 in quel di Taranto, gli Assaulter debuttano con il primo demo contenente sei tracce di massacrante thrash metal old school. L’Ep parte in quarta con la title-track, riff ultraveloci e sound massiccio; dopo una breve parte strumentale, interrotta da un urlo sovraumano inizia la ritmica portante accompagnata da una linea vocale molto tirata. Lo stile può per certi versi ricordare i Sodom, soprattutto per quanto riguarda la voce ed i riff, ma anche i grandissimi Anthrax, dai quali si prende i cambi di tempo ad altissima velocità ed anche quei controcanti (ad esempio nella ottima “Hand Maniac”) tanto usati da Scott Ian &co. I ritmi rimangono sempre alti, la voce è molto estrema rispetto ai normali standard del thrash classico e tecnica e violenza vengono amalgamati alla perfezione in questo concentrato di potenza ed adrenalina; proseguendo nella tracklist del demo, arriviamo ad una delle tracce che ho apprezzato di più, “Thrash Assault”, un traccia di cinque minuti abbondanti che arriva diretta al cervello. La registrazione si conclude poi con “Flame Of Pain”, un proseguimento del massacro sonoro appena terminato con la precedente “Thrash Assault” e con un inno alla bevanda più ingurgitata dai metalheads, che dà anche il nome alla track, “Beer!”. Ricordando che il demo è interamente autoprodotto non possiamo non notare la qualità del suono, davvero ottima, frutto delle registrazioni al Saltum Recording Studio di Taranto. Questi ragazzi sono stati inoltre molto bravi nel riuscire a produrre tracce di thrash old style mantenendo comunque un sound proprio, senza finire nel banale o nel ripetitivo; in conclusione ci troviamo davanti ad un demo dalla potenza incontrastata che (almeno spero) aprirà diverse porte a questi dotati tarantini; attendendo con ansia il full lenght non posso far altro che complimentarmi per questa uscita doverosa per i fan del thrash più violento!

Track by Track
  1. Crushed By Raging Mosh 100
  2. Hand Maniac 90
  3. Flag Of Destruction 90
  4. Thrash Assault 95
  5. The Flame Of Pain 90
  6. Beer! 85
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 95
  • Qualità Artwork: 95
  • Originalità: 90
  • Tecnica: 95
Giudizio Finale
93

 

Recensione di theclairvoyant » pubblicata il --. Articolo letto 1341 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.