Slaughter Denial «Eyes Of Madness» (2010)

Slaughter Denial «Eyes Of Madness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Rexryu »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
892

 

Band:
Slaughter Denial
[MetalWave] Invia una email a Slaughter Denial [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Slaughter Denial [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Slaughter Denial [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Slaughter Denial

 

Titolo:
Eyes Of Madness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Fabrizio Losapio - vocals
Simone Tempesta - drums
Alessandro Trotto - guitars
Roberto Castorrini - guitars, vocals
Claudio Colantoni - bass

 

Genere:

 

Durata:
21' 7"

 

Formato:
EP

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

Gli Slaughter Denial ci presentano il loro Ep dal titolo "Eye Of Madness". I ragazzi sfornano un buon lavoro ricco di idee e dal sound devastante. La prima traccia “Nightmare” allieta le nostre orecchie con due tipi di growl alternati: uno più pesante e cupo, l’altro più scream. Riff potenti di chitarra, ricchi di armonici danno un potere allucinante a questo primo brano. Sound ricco influenzato dall’american thrash metal e da tocchi di extreme metal. Assolo corposo, tecnico, veloce e non troppo lungo dà impatto a “Nightmare”. La seconda traccia “Smile” comincia con una distorsione di chitarra pesante che continua per tutta la canzone. Un assolo veloce comincia questo brano. Abbiamo sempre growl alternato a scream. La chitarra decelera piano piano fino ad arrivare ad un ritmo cadenzato, buono per fare headbanging fino a staccarsi l’osso del collo. Poi si riparte a velocità per poi ritornare al cadenzato. Alternanza fatta con criterio e stile. La batteria colma la traccia alla perfezione senza lasciare tregua. Assolo ottimo coordinato con doppia cassa. “Amusement Fork” comincia nel più totale tripudio di piatti e pedali. Riff sempre pesanti con ritmo eccellente, trascinante e coinvolgente. Gli armonici di chitarra qua e là hanno il loro buon effetto. Le voci danno una forza e una potenza senza limite. “Maniacal Organized Tragedy” parte subito a manetta, senza tanti fronzoli iniziali, ritmo di media-alta velocità. Riff intrisi di extreme sound e thrash, pesanti, coloriti e folli!! Il “tumpa-tumpa” alla batteria è insano e devastante allo stesso tempo. “Smegma Violenta” canzone cantata interamente in italiano ha davvero un suono corposo e pieno. Riff tipici thrash con infarinature tendenti al death. Ritmo stupefacente, trascinante e pieno di rabbia. Ottima armonizzazione per le chitarre. “Never!” è la traccia che conclude l’Ep, comincia effettata, doppia cassa che va, accompagnata da crash per poi finire in un blast davvero eccezionale. La canzone dura circa un minuto. Verso il minuto e mezzo si sente un urlo e poi solo dei rutti!! Direi che la trovata non è molto azzeccata, non originale. È un vero peccato, per un Ep così ricco di ottime idee e intriso di canzoni compatte, decise e potenti. C’è da dire magari che l’effetto sorpresa viene colto alla grande!

Track by Track
  1. Nightmare 85
  2. Smile 80
  3. Amusement Fork 85
  4. Maniacal Organized Tragedy 80
  5. Smegma Violenta 75
  6. Never! 60
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 90
  • Qualità Artwork: 85
  • Originalità: 70
  • Tecnica: 85
Giudizio Finale
80

 

Recensione di Rexryu » pubblicata il --. Articolo letto 892 volte.

 

Articoli Correlati

Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.