Joyless Jokers «Arms Of Darkness» (2010)

Joyless Jokers «Arms Of Darkness» | MetalWave.it Recensioni Autore:
Shylock »

 

Recensione Pubblicata il:
--

 

Visualizzazioni:
1075

 

Band:
Joyless Jokers
[MetalWave] Invia una email a Joyless Jokers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza il sito ufficiale di Joyless Jokers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina Facebook di Joyless Jokers [Link Esterno a MetalWave] Visualizza la pagina MySpace di Joyless Jokers

 

Titolo:
Arms Of Darkness

 

Nazione:
Italia

 

Formazione:
Thomas Girardello - vocals, bass
Rudy Girardello - guitars
Jader Girardello - keyboards
Michele Brunetti - guitars
Matteo Ioverno - drums

 

Genere:

 

Durata:
22' 4"

 

Formato:
CD

 

Data di Uscita:
2010

 

Etichetta:

 

Distribuzione:
---

 

Agenzia di Promozione:
---

 

Recensione

“Bene”, mi dico appena preso in mano il cd. “L'artwork è interessante, mi piace”. Rigiro il disco tra le mani, lo apro: bella presentazione, non c'è che dire, ci sono persino i testi, mi riprometto di leggerli. Diamo il via all'ascolto: la prima traccia, "Black Light", si apre con un breve e ben composto intro che ben presto ci introduce al brano vero e proprio. Semplici ma efficaci riff si susseguono mantenendo un buon groove accompagnati da un altrettanto efficiente growl, proprio azzeccato! La batteria anche non è da meno, il tutto miscelando influenze death americane (prendiamo i Devil Driver come riferimento) e death melodiche (questa volta scegliamo gli Arch Enemy). Interessanti ovviamente anche gli inserti di tastiera che si insinuano nelle parti della canzone a creare atmosfere intriganti. Il pezzo scorre senza portare a chiedere “ma quanto dura?”: cosa ottima poiché è segno che non annoia. Si passa alla seconda traccia: "Chapter To Forgive". Apertura potente e melodica, supportata in un secondo momento dalla tastiera, alla quale poi segue un bel riff tirato alla At The Gates. Precisissima la doppia cassa, semplici ed affilati i riff di chitarra. Forse in questo pezzo viene di più fuori la tecnica dei vari componenti, piacevole il growl del ritornello e l'intramezzo con l'ausilio della tastiera come anche il solo di chitarra. Si passa ora al terzo pezzo, la titletrack del cd: "Arms Of Darkness". Il pezzo è un evolversi di atmosfere, intersecate tra di loro in modo da non cozzare (cosa ardua da realizzare). Anche qui eseguono con maestria i riff che finora ci hanno accompagnato, mescolando al classico death suggestioni melodiche e inserti di tastiere che spezzano piacevolmente e al tempo stesso contribuiscono a un buon amalgamento delle influenze, rendendo il pezzo vario e piacevole, degno di nota l'assolo di chitarra. Passiamo al penultimo pezzo: "Back To Ashes". Anche questo brano è convincente, si sviluppa nello stile delle altre canzoni, riff semplici ma efficaci e ben posizionati, tastiere di supporto nelle sezioni più melodiche, batteria precisa, growl coinvolgente. Da segnalare l'assolo di tastiera e di chitarra presenti in questo brano, assolo che nel passaggio del testimone da uno strumento all'altro si risolve in un duetto alla Children Of Bodom. La traccia finale, "Shame", anch'essa si presenta nello stile ormai consolidato del gruppo, forse un po' più “tirato” degli altri pezzi, ma non esente da intrusioni melodiche. Pregevole lo stacco verso la fine del pezzo, pieno di pathos, seguito poi da un assolo di tastiera.
In definitiva, questo cd è il risultato di un attenta ricerca di stile da parte della band, che prende le varie influenze e le mescola, creandone uno proprio e proponendo qualcosa di valido in un campo dove, vista la miriade di gruppi militanti, diventa difficile tirar fuori qualcosa che non sia di già sentito o che non sia “sono come i...”. Ottima la produzione, grazie alla quale si riesce a distinguere ogni singola nota di ogni singolo strumento, senza farli mescolare tra di loro e “impastarli”. Ultima nota: i testi non risultano essere banali, interessanti da leggere, si dimostrano all'altezza della musica del gruppo.

Track by Track
  1. Black Light 75
  2. Chapter To Forgive 70
  3. Arms Of Darkness 80
  4. Back To Ashes 70
  5. Shame 80
Giudizio Confezione
  • Qualità Audio: 80
  • Qualità Artwork: 70
  • Originalità: 75
  • Tecnica: 75
Giudizio Finale
75

 

Recensione di Shylock » pubblicata il --. Articolo letto 1075 volte.

 

Articoli Correlati

Interviste
  • Spiacenti! Non sono disponibili Interviste correlate.
Live Reports
  • Spiacenti! Non sono disponibili Live Reports correlati.
Concerti
  • Spiacenti! Non sono disponibili concerti correlati.